Il lungo viaggio di Leda

Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda valeriaconte » giovedì 18 maggio 2017, 15:14

Il lungo viaggio di Leda per diventare se stessa

Per chi si domandasse che fine ha fatto Leda , nostra amica del forum qualche anno fa .
Ogni tanto L'Espresso dedica un articolo su di lei.
http://espresso.repubblica.it/attualita ... a-1.301176

Fidanzato, marito, padre e camionista. Anni di tormenti e discriminazioni. Fino al primo grande passo verso una normalità: il cambio di identità anagrafica. La storia e il coraggio di una persona transessuale che da anni lotta per seguire il percorso di transizione verso l’unica identità sessuale plausibile: da maschio a femmina


di Rosa Matteucci

Valeria
Avatar utente
valeriaconte
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4771
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 18:16
Località: brescia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda Monica Poli » giovedì 18 maggio 2017, 15:57

Grazie Valeria,

Pensa la coincidenza, ho pensato a lei proprio l'altro giorno... : Love :
Al giorno d'oggi è molto difficile essere una donna. Specialmente se sei un uomo.
Avatar utente
Monica Poli
Queen
Queen
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 10:18
Località: NOVARA

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda Andrea » giovedì 18 maggio 2017, 16:05

Grazie anche da parte mia Valeria per la segnalazione.

Un bell'articolo che evidenzia tanta sofferenza ma anche la tenacia e la forza d'animo di Leda

Very
L'identità è qualcosa a cui non si può sfuggire (Susan Faludi)

La verità è che i nomi ci scelgono ancora prima di pronunciarli (Giovanna Cristina Vivinetto)
Avatar utente
Andrea
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
Donna
Donna
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: martedì 28 ottobre 2014, 6:20
Località: Torino

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda dream62 » giovedì 18 maggio 2017, 18:36

Buona fortuna alla cara Leda, ma mi rattrista il fatto che coloro che completano la transizione abbandonino poi il forum.
Stefy
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3401
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda valeriaconte » giovedì 18 maggio 2017, 20:54

dream62 ha scritto:Buona fortuna alla cara Leda, ma mi rattrista il fatto che coloro che completano la transizione abbandonino poi il forum.
Stefy

Succede spesso, forse cambiando vita si cambiano amicizie.

Non dimenticherò mai la mia uscita con Leda un pomeriggio a Milano, era anche il mio primo viaggio in treno en femme, qualche anno fa : Chessygrin :

Valeria
Avatar utente
valeriaconte
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4771
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 18:16
Località: brescia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda Ale_lei » giovedì 18 maggio 2017, 21:51

Io invece penso che chi si spinge oltre cerchi un aiuto che qui non trova e riorienta le amicizie. Mi sento un po' in colpa in quanto mi sembra di averla esclusa prima che lei escludesse me/noi

Luisa
Avatar utente
Ale_lei
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1195
Iscritto il: giovedì 25 settembre 2014, 21:52
Località: Milano

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda LauraB » giovedì 18 maggio 2017, 22:30

Ale_lei ha scritto:Io invece penso che chi si spinge oltre cerchi un aiuto che qui non trova e riorienta le amicizie.


Ale_lei ha scritto:Mi sento un po' in colpa in quanto mi sembra di averla esclusa prima che lei escludesse me/noi


temo che sia naturale questa cosa, per transizionare serve l appoggio almeno di un gruppo lgbt e un forum di cd non è che possa aiutare molto per sua natura.
Qualcuna a livello personale puo essere d aiuto, ma non è facile, per tanti motivi. Che magari non dipendono esclusivamente da noi.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5367
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda valeriaconte » venerdì 19 maggio 2017, 0:01

LauraB ha scritto:


temo che sia naturale questa cosa, per transizionare serve l appoggio almeno di un gruppo lgbt e un forum di cd non è che possa aiutare molto per sua natura.
Qualcuna a livello personale puo essere d aiuto, ma non è facile, per tanti motivi. Che magari non dipendono esclusivamente da noi.


Aiuto non possiamo darlo..... ma un salutino ogni tanto potrebbe darcelo : Blink :

Valeria
Avatar utente
valeriaconte
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4771
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 18:16
Località: brescia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda LindaB » venerdì 19 maggio 2017, 7:42

Leda è una persona forte , tenace.
Come altre persone T* ha una vita molto complicata , ed è questo il vero problema.
Questo forum è stato utile e continuerà ad esserlo per tante persone che credevano di essere sole : dare accoglienza è un gesto concreto anche in questo spazio virtuale.

Linda
Avatar utente
LindaB
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1252
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 11:49
Località: Milano\Pavia

Re: Il lungo viaggio di Leda

Messaggioda paolina » venerdì 19 maggio 2017, 17:33

Uh che bell'articolo,ho pianto una qualche lacrimuccia,forse anche più di una.
Non conoscevo Leda ma sono molto contenta che sia andata avanti col suo percorso e spero che abbia trovato pace e serenità.

Solo una cosa,mi sembra che Rosa Matteucci,ovvero colei che ha scritto l'articolo sia stata un pò troppo colorita in certi passaggi,ad esempio questo mi ha spiazzato un pò,so che la tos ha effetti collaterali potenzialmente molto importanti ma qui mi sembra che abbia calcato un pò troppo la mano:

Le lettrici capiranno. Immaginate di vivere gli sbalzi di umore, le fragilità, la commozione, la debolezza, l’emicrania e la nausea di una perenne sindrome premestruale. Le emozioni interne si amplificano, montano angoscia e depressione, a cui non seguirà il ciclo liberatorio. No, qui si va avanti ad oltranza. Vita natural durante.

Le persone transessuali sono informate - firmano pertanto una liberatoria - che nella somministrazione di ormoni sono usate come cavie, ma non ricevono un compenso per questo, sperimentano in corpore vili, aprendo la strada ai posteri, consce di un’aspettativa di vita più breve di almeno 15 anni rispetto agli altri.

Intanto il corpo inizia la sua metamorfosi: diminuisce la libido maschile, aumenta il volume del seno, scompare la massa magra, e quella grassa si ridistribuisce nei punti strategici. Il pisello si atrofizza, la vagina resta un sogno. La persona non ha più genitali per gratificare il desiderio sessuale.


Che ne pensate?
4467

La vera violenza,la violenza che considero imperdonabile​,è la violenza che facciamo a noi stessi quando abbiamo paura di essere chi siamo davvero...
Avatar utente
paolina
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 335
Iscritto il: giovedì 23 marzo 2017, 14:12
Località: Emilia Romagna

Prossimo


Torna a Identità di genere




Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010