ATTRAZIONE

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Monica Poli » giovedì 12 marzo 2020, 22:50

Celeste ha scritto:Domande:
Gli studi nei quali si è concluso che l'orientamento sessuale non si cambia hanno dato dei risultati al 100%? Sono stati fatti solo su persone non transessuali? Riguardano anche persone che abbiano di loro spontanea volontà intrapreso un percorso psicologico profondo?


Io non ne ho idea. Che l’orientamento sessuale non si modifichi l’ho appreso nel corso di questa discussione da chi, ritengo, ne sappia molto piedi me.
Al giorno d'oggi è molto difficile essere una donna. Specialmente se sei un uomo.
Avatar utente
Monica Poli
Queen
Queen
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 10:18
Località: NOVARA

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda angelaingrid » venerdì 13 marzo 2020, 1:27

Monica Poli ha scritto:... chi, ritengo, ne sappia molto piedi me.

Non c'entra niente ma era impossibile resistere, scusa. : Chessygrin : : Chessygrin :
Angela Ingrid non è così. È che la disegnano così.
Avatar utente
angelaingrid
Princess
Princess
 
Messaggi: 3693
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2014, 15:29
Località: Livorno

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Monica Poli » venerdì 13 marzo 2020, 8:05

angelaingrid ha scritto:
Monica Poli ha scritto:... chi, ritengo, ne sappia molto piedi me.

Non c'entra niente ma era impossibile resistere, scusa. : Chessygrin : : Chessygrin :

Ti capisco...
Al giorno d'oggi è molto difficile essere una donna. Specialmente se sei un uomo.
Avatar utente
Monica Poli
Queen
Queen
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 10:18
Località: NOVARA

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Frida » venerdì 13 marzo 2020, 11:53

Celeste ha scritto:Domande:
Gli studi nei quali si è concluso che l'orientamento sessuale non si cambia hanno dato dei risultati al 100%? Sono stati fatti solo su persone non transessuali? Riguardano anche persone che abbiano di loro spontanea volontà intrapreso un percorso psicologico profondo?


L'orientamento sessuale, l'identità di genere non sono oggetto di studio. Si può studiare il comportamento umano e sessuale. Ho trovato interessante l'ultimo articolo sul tema apparso su Le scienze l'estate scorsa. Qui trovi un testo divulgativo di un valido istituto americano. Si tratta di un'indagine statistica su mezzo milione di persone. In definitiva non c'è alcuna dichiarazione conclusiva, l'orientamento sessuale è in parte determinato da materiale genetico e in parte dal contesto.

il cognitivismo comportamentale può aiutare a modificare il comportamento sessuale. Ci sono casi di ragazzi che si comportano come omosessuali e dopo un intenso trattamento possono comportarsi come eterosessuali. Attraverso la psicoanailisi si può prendere coscienza del proprio comportamento sessuale in una direzione allineata al proprio orientamento; la mia psycho, ad esempio, tende ad essere più "ambientalista" che "innatista" riguardo al mio caso. Sono più felice quando il mio comportamento si allinea al mio orientamento.

Bisogna considerare che, in un anno di tempo, la persona che inizia il percorso di transizione con il supporto di uno psicologo (bravo), non ha il tempo di "abbassare il ponte levatoio". Lo scopo del supporto serve a preparsi alle conseguenze della transizione nel contesto familiare e sociale. Non c'è tempo di trattare Il tema del partner sessuale in profondità. A mio avviso ci vorrebbero almeno 10-15 anni di sedute con uno psicologo prima di avviare un percorso di transizione. Questo tempo non c'è e dunque si affida il supporto ai comportamentisti che impostano le basi.

È possibile che chi transiziona cambi il suo comportamento sessuale, ma questo non significa che cambi il suo orientamento sessuale. Temo che sia ambizioso ridurre il tema a un dibattito logico deduttivo, poichè ognuno ha il suo linguaggio, ed è fortemente influenzato da ciò che conosce, per sentito dire o per esperienza personale.
Frida
 

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Sabrinasexy69 » venerdì 13 marzo 2020, 21:20

Frida ha scritto:
Celeste ha scritto:Domande:
Gli studi nei quali si è concluso che l'orientamento sessuale non si cambia hanno dato dei risultati al 100%? Sono stati fatti solo su persone non transessuali? Riguardano anche persone che abbiano di loro spontanea volontà intrapreso un percorso psicologico profondo?


L'orientamento sessuale, l'identità di genere non sono oggetto di studio. Si può studiare il comportamento umano e sessuale.


L'articolo in effetti e' interessante e si basa sui comportamenti. Suppongo che parta dai comportamenti perche' quelli essendo "fatti" (in quanto avvenuti) possono essere misurati. Pero' alla fine l'obiettivo non e' dedurne l'orientamento e le diverse ragioni per cui ogni persona ha un suo orientamento sessuale?
Peraltro secondo me basandosi solo sui comportamenti si perde di vista il fatto che non tutti si "comportano" secondo il loro orientamento.

Personalmente non so se ci siano ragioni "scientifiche" alla tua affermazione che L'orientamento sessuale, l'identità di genere non siano oggetto di studio. cioe'?

Io ammetto di non aver fatto particolari ricerche pero' penso che ognuno di noi cresca con un certo orientamento. E' cosa nota che trova la maggior parte degli studi d'accordo che non esistono ragioni genetiche, o se esistono, influenzano solo una quota molto piccola del risultato finale (questo lo dice anche l'articolo di Frida). Ci sono ragioni ambientali, di crescita psicologica e forse ormonali. Ma molti studi hanno dimostrato che non esiste correlazione tra squilibri ormonali e omosessualita' e viceversa che persone che presentavano squilibri ormonali importanti erano assolutamente etero (pure nei comportamenti). Inoltre le ragioni psicologiche o ambientali nessuno sa quali siano, tu puoi anche vestire un bambino da bimba ma non diventa omosessuale per questo, al massimo si rende conto della netta goduria di vestire da donna e diventa CD : Chessygrin :

Ora pero' vorrei scendere dallo scientifico (per cui peraltro ognuno di noi per quanto informato non puo' presentare alcuna prova certa perche' tutti gli studi fatti in relta' non la hanno ancora data) e fare una considerazione terra terra. Alla fine io penso che ognuno di noi sviluppa un suo "gusto" sessuale. A chi piacciono donne procaci, a chi androgine, a chi gli uomini e chi entrambi. Difficilmente quelli che sono attratti da una sola categoria cambiano i loro gusti nel corso della loro vita (direi mai!).
Poi ci sono quelli che per ragioni dovute piu' ad aspetti esterni a loro (ruolo nella societa') si adattano al ruolo che da loro ci si aspetta. Sopprimono la loro reale "inclinazione". Si obbligano ad indirizzare i propri comportamenti verso quelli che ritengono "adeguati". In pratica si fanno da soli quello che alcuni gruppo di aiuto religioso dicono che sia la soluzione per essere normale. Cosi facendo pero' si fanno un altro tipo di male piu' profondo negando quello che sono, prima o poi viene fuori. Tralaltro mi viene da pensare che chi ci riesce probabilmente e' piu bisex che omosessuale (e magari oscilla tra i 2 comportamenti a seconda del momento).
Un mio caro amico mi raccontava di come aveva amato la sua compagna per 10 anni e goduto del rapporto sessuale con lei. Pero' lui era chiaramente checca (senza insulti e che aveva proprio gli atteggiamenti associati al termine) e finita quella storia (cosi' come prima di quella storia) ebbe una linga relazione con un uomo. Ovviamente per "sconvolgerci" ci diceva quanto fosse piu' sosdisfacente "prenderlo" che darlo. : Wink : Pero' il punto e' che lui sapeva di essere bisex, e amava di volta in volta le persone che gli piacevano indipendentemente dal loro sesso fisico. Era libero.
Purtroppo molti non sono cosi' liberi e al fine di uniformarsi al ruolo che la societa' si aspetta da loro negano il loro vero io. Molti (anzi delle mia generazione e prima, moltissimi) scoprono solo maturando, magari dopo i 40 o anche i 50 quando finalmente si liberano dei pesi imposti dalle convenzioni della nostra societa' quello che sono. E' abbastanza normale che intorno ai 50 (lo sto vivendo e quindi parlo di me....ma mi sono confrontata con vari amici ed e' cosi") si arriva ad una situazione mentale di totale consapevolezza, di maturita' sufficiente a fregarsene di quello che gli altri pensano. In quello stato mentale si scopre il proprio vero io e ci si dice "fuck me! voglio vivere la mia vita!"

Quindi rimango sulla mia tesi, le persone di cui parla Monica Poli o si erano mentite prima o lo fanno perche' alla fine quello che conta e' il ruolo che la societa' attribuisce e loro ci godono ad esprimere il nuovo ruolo femminile. Io propendo per la prima anche se lo negano, in realta' penso che non si siano guardate bene dentro, pero' anche la seconda ci sta.
Sabrinasexy69
Lady
Lady
Utente Bannato
Utente Bannato
 
Messaggi: 568
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2016, 16:55
Località: Milano

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Monica Poli » sabato 14 marzo 2020, 10:58

Sabrinasexy69 ha scritto:Quindi rimango sulla mia tesi, le persone di cui parla Monica Poli o si erano mentite prima o lo fanno perche' alla fine quello che conta e' il ruolo che la societa' attribuisce e loro ci godono ad esprimere il nuovo ruolo femminile. Io propendo per la prima anche se lo negano, in realta' penso che non si siano guardate bene dentro, pero' anche la seconda ci sta.


Si, alla fine rimangono solo queste due possibilità.
Che una persona possa "automentirsi" è plausibile, ma secondo me questo automentirsi non può durare per 40 - 50 anni. Solitamente una persona omosessuale non CD, che inizialmente non voglia ammettere a sé stesso la propria reale tendenza, è prima o poi costretto dal contesto a fare "outing", proprio per non dover vivere una vita d'inferno.
Ciò considerato, mi pare davvero difficile che una persona CD possa scoprirsi omosessuale a propria insaputa, dopo 40 - 50 anni di vita, soprattutto se ha sempre dichiarato, come la stragrande maggioranza di noi, di essere assolutamente etero (e quindi lesbica). A meno di non mettere in dubbio l'eterosessualità di ciascuno di noi, c'è da credere che quanto dichiarato corrisponda alla verità, anche perché mi sembra molto improbabile che in questo lunghissimo lasso di tempo una persona possa non accorgersi di essere attratta dagli uomini e per contro di non amare le donne, pur avendo magari moglie e figli.
L'altra possibilità che rimane è quella accennata da Sabrina. Una persona né etero né bisex né omo, ma da sempre attratta solo da sé stessa in versione femminile, che alimenta il piacere di percepirsi ancora più donna attraverso la relazione con un uomo.
Se questa è una spiegazione plausibile, io sono comunque assolutamente certo che una persona che viva questa esperienza sia onestamente convinta di avvertire una sorta di attrazione fisica e sentimentale nei confronti dell'altro sesso, spiegandola a sé stessa con un'omosessualità preesistente mai ammessa.
Al giorno d'oggi è molto difficile essere una donna. Specialmente se sei un uomo.
Avatar utente
Monica Poli
Queen
Queen
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5136
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 10:18
Località: NOVARA

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda AnnaSettantatre » sabato 14 marzo 2020, 11:21

"There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy."


Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante ne possa sognare la tua filosofia.


W. Shakespeare
Enjoy life, every second, every minute, every day, the in between moments, rain, wind and sunshine, everything will be ok.

"La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia." (E. Flaiano)

Immagine
Avatar utente
AnnaSettantatre
Lady
Lady
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 905
Iscritto il: sabato 26 dicembre 2015, 14:12
Località: Torino

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Frida » sabato 14 marzo 2020, 12:43

Sabrinasexy69 ha scritto:
Frida ha scritto:
Celeste ha scritto:Domande:
Gli studi nei quali si è concluso che l'orientamento sessuale non si cambia hanno dato dei risultati al 100%? Sono stati fatti solo su persone non transessuali? Riguardano anche persone che abbiano di loro spontanea volontà intrapreso un percorso psicologico profondo?


L'orientamento sessuale, l'identità di genere non sono oggetto di studio. Si può studiare il comportamento umano e sessuale.


L'articolo in effetti e' interessante e si basa sui comportamenti. Suppongo che parta dai comportamenti perche' quelli essendo "fatti" (in quanto avvenuti) possono essere misurati. Pero' alla fine l'obiettivo non e' dedurne l'orientamento e le diverse ragioni per cui ogni persona ha un suo orientamento sessuale?
Peraltro secondo me basandosi solo sui comportamenti si perde di vista il fatto che non tutti si "comportano" secondo il loro orientamento.

Personalmente non so se ci siano ragioni "scientifiche" alla tua affermazione che L'orientamento sessuale, l'identità di genere non siano oggetto di studio. cioe'?


Rispondo al tuo interrogativo in questo modo. Alla base bisogna distinguere, identità, orientamento, comportamento sessuale. L'orientamento sessuale definisce il gruppo di persone in cui è probabile trovare relazioni romantiche e pertanto si definisce anche in termini di relazione con l'altro, attraverso il tenersi per mano, declinarsi al maschile o femminile , etc.. Per questo motivo non si può definire l'orientamento sessuale come un dato biologico di ogni singolo individuo ma come un bisogno relazionale. Dal 1990 la maggior parte degli scienziati concorda che non si tratta di una scelta e non è modificabile in alcun modo. Per ambire ad uno status scientifico infatti bisognerebbe riuscire a spiegare lo sviluppo dell’intera sessualità umana.

Dunque non è scientifico trarre conclusioni sull'orientamento sessuale dal comportamento individuale.

In teoria è possibile, per una persona fortemente motivata, sopprimere i propri comportamenti sessuali per un periodo, ma, siccome l’orientamento sessuale è un costrutto multi-dimensionale, significa che dipende da molti fattori, non è possibile cambiare le emozioni e i desideri di base.

Poichè siamo nel supponibile e non nella certezza scientifica, la transessualità secondaria può essere vista come un evoluzione dell'omosessualità effeminata o del travestitismo eterosessuale dunque le tue conclusioni terra terra sono plausibili.
Frida
 

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda Celeste » sabato 14 marzo 2020, 14:32

AnnaSettantatre ha scritto:"There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy."


Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante ne possa sognare la tua filosofia.


W. Shakespeare

Credo che qui non ci si limiti a sognare, ma si cerchi di stabilire con precisione se una determinata categoria di persone si possa innamorare... : Blink : : Sad :
Celeste
 

Re: ATTRAZIONE

Messaggioda roby_rm » domenica 15 marzo 2020, 2:09

Celeste ha scritto:
AnnaSettantatre ha scritto:"There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy."


Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante ne possa sognare la tua filosofia.


W. Shakespeare

Credo che qui non ci si limiti a sognare, ma si cerchi di stabilire con precisione se una determinata categoria di persone si possa innamorare... : Blink : : Sad :


Detto cosi' non so se e' "solo" agghiacciante o se ritenerla come una definizione alternativa di cosa impossibile.

kiss
roby_rm

I'm not so bad! They just draw me that way!
Avatar utente
roby_rm
Princess
Princess
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: venerdì 12 aprile 2019, 21:09
Località: roma - italia

PrecedenteProssimo


Torna a Identità di genere




Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010