giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Celeste » domenica 24 maggio 2020, 17:30

LauraB ha scritto:
Celeste ha scritto:infatti le persone sono libere di votare chi vogliono, di sposarsi con chi vogliono


NO, infatti il matrimonio tra persone dello stesso sesso in italia non esiste.

Intendevo dire che una donna può anche scegliere di sposare un uomo non maschilista se lo desidera, o forse non conoscere l'altra persona su questo punto non è importante prima di formare una famiglia?
Celeste
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda LauraB » domenica 24 maggio 2020, 18:39

Celeste ha scritto:Intendevo dire che una donna può anche scegliere di sposare un uomo non maschilista se lo desidera, o forse non conoscere l'altra persona su questo punto non è importante prima di formare una famiglia?


penso che se il tema uomo/donna è sentito si puo aprire un topic specifico..qui si parla di omotransnegatività, dei suoi effetti e di quello che gira intorno. Concentriamoci sul discorso iniziale di Veronica.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Celeste » lunedì 25 maggio 2020, 11:03

LauraB ha scritto:penso che se il tema uomo/donna è sentito si puo aprire un topic specifico..qui si parla di omotransnegatività, dei suoi effetti e di quello che gira intorno. Concentriamoci sul discorso iniziale di Veronica.

Certo quello che ho detto è ot, ma il senso è che l'uomo dominante resta un punto di riferimento (poi esiste la variante del "cavaliere", ma a mio avviso è semplicemente un uomo dominante al servizio di una "dama") e anche se potrebbe essere messo da parte questo modello continua ad avere successo, di conseguenza l'uomo gay o la transessuale non vengono bene accettati (ho sentito varie donne bio disprezzarli e non solo il terribile uomo). Oltre a questo è molto carente la fiducia che l'uomo possa amare (ad esempio un giorno una donna bio mi ha detto esplicitamente "voi uomini non sapete cosa sia l'amore, solo le donne amano") pertanto la sessualità gay (maschile) difficilmente viene vista come qualcosa che abbia a che fare con l'amore, mentre almeno quella lesbica viene in parte accettata o addirittura apprezzata da un punto di vista estetico/erotico. Quindi per me o si cambia a livello culturale o bisogna sperare che vengano fatte leggi adeguate, ma senza un cambiamento culturale mi domando se alle persone che stanno in parlamento (uomini e donne) interessi veramente fare qualcosa per l'omotransfobia e d'altronde chi sta in parlamento è stato votato (dagli uomini e dalle donne).
Celeste
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Frida » lunedì 25 maggio 2020, 16:58

Celeste ha scritto:Quindi per me o si cambia a livello culturale o bisogna sperare che vengano fatte leggi adeguate, ma senza un cambiamento culturale mi domando se alle persone che stanno in parlamento (uomini e donne) interessi veramente fare qualcosa per l'omotransfobia e d'altronde chi sta in parlamento è stato votato (dagli uomini e dalle donne).


Il cambiamento culturale, mi dispiace dirlo, non ha alcuna influenza. Io non mi aspetto di discutere il diritto di pensare diversamente su un argomento. Se vuoi avere il diritto di amare chi ti pare non puoi non avere il diritto di odiare chi ti pare, mi sembra logico. Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.
Frida
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Celeste » lunedì 25 maggio 2020, 18:39

Frida ha scritto:
Celeste ha scritto:Quindi per me o si cambia a livello culturale o bisogna sperare che vengano fatte leggi adeguate, ma senza un cambiamento culturale mi domando se alle persone che stanno in parlamento (uomini e donne) interessi veramente fare qualcosa per l'omotransfobia e d'altronde chi sta in parlamento è stato votato (dagli uomini e dalle donne).


Il cambiamento culturale, mi dispiace dirlo, non ha alcuna influenza. Io non mi aspetto di discutere il diritto di pensare diversamente su un argomento. Se vuoi avere il diritto di amare chi ti pare non puoi non avere il diritto di odiare chi ti pare, mi sembra logico. Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.

Ma il pensiero delle persone è libero... lo puoi forse comandare o modificare a piacimento? Se una persona vuole votare un omotrasfobico può farlo, se il politico omotrasfobico fa di tutto per non fare o bloccare una legge può farlo. Poi ci sono anche gli indifferenti, quelli a cui tutto sommato sta bene così, i pigri, ecc... Le persone si muovono con delle motivazioni che vengono influenzate da cultura, suggestioni, paure, miti, interessi e senza dubbio anche odio... insomma dal modo di percepire, più o meno cosciente. L'odio è una possibilità dell'essere umano e se vuoi farlo superare come fai? Per me si tratta di capire come funziona, perché comunque sono sicura che sotto, ma molto sotto, a nessuno piaccia veramente odiare... anche se magari non se ne accorge.
Celeste
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda LauraB » lunedì 25 maggio 2020, 19:00

Celeste ha scritto:che sotto, ma molto sotto, a nessuno piaccia veramente odiare... anche se magari non se ne accorge.



in attesa di capire se sia sotto o molto sotto : Chessygrin : si, forse non se ne rende conto, almeno la persona media.

Frida ha scritto:Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.


quoto, qui non si odia un assassino, in ladro o cosa..

Celeste ha scritto:Ma il pensiero delle persone è libero... lo puoi forse comandare o modificare a piacimento?


partiamo da in presupposto, anzi due, la buona fede e la malafede. nel secondo caso ci stanno sotto degli interessi di una parte. penso alla Dichiarazione d'indipendenza degli stati uniti che da una parte parla di diritto alla felicità e dall'altra permetteva l importazione di schiavi.

Nel primo caso invece la persona ha la percezione di non fare del male, solo ad una analisi attenta ci si accorge che non è cosi.

Il pensiero lo si puo modificare con la discussione, il confronto, il sentire piu campane, l uso di dati corretti.

Non per niente le teorie antigender fanno uso di deformazioni dei fatti. Non per niente sostanzialmente quasi tutti i "filosofi" di tale corrente sono stati condannati per calunnie e diffamazione.

La paura del diverso nasce dal fatto che la persona media questo diverso in realtà non lo ha mai incontrato fisicamente, per cui l idea che si è fatta discende dai media. E qui ci starebbe un bel discorsetto sulla correttezza di dare informazioni.

Celeste ha scritto:Se una persona vuole votare un omotrasfobico può farlo,


farlo, si, puo farlo. Tuttavia ci viene insegnato che la politica è quella cosa che deve migliorare la vita ai cittadini, e il politico, una volta eletto deve rappresentare comunque tutti. Ora, votare un fobico già di per se è un'assurdità. La politica deve unire, non dividere. Io politico devo fare quello che si chiama il "bene comune". Partendo dagli "ultimi", gli svantaggiati.
Un discorso un po utopistico, lo so, ma questo è il senso.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Frida » martedì 26 maggio 2020, 20:00

Celeste ha scritto:
Frida ha scritto:
Celeste ha scritto:Quindi per me o si cambia a livello culturale o bisogna sperare che vengano fatte leggi adeguate, ma senza un cambiamento culturale mi domando se alle persone che stanno in parlamento (uomini e donne) interessi veramente fare qualcosa per l'omotransfobia e d'altronde chi sta in parlamento è stato votato (dagli uomini e dalle donne).


Il cambiamento culturale, mi dispiace dirlo, non ha alcuna influenza. Io non mi aspetto di discutere il diritto di pensare diversamente su un argomento. Se vuoi avere il diritto di amare chi ti pare non puoi non avere il diritto di odiare chi ti pare, mi sembra logico. Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.

Ma il pensiero delle persone è libero... lo puoi forse comandare o modificare a piacimento? Se una persona vuole votare un omotrasfobico può farlo, se il politico omotrasfobico fa di tutto per non fare o bloccare una legge può farlo. Poi ci sono anche gli indifferenti, quelli a cui tutto sommato sta bene così, i pigri, ecc... Le persone si muovono con delle motivazioni che vengono influenzate da cultura, suggestioni, paure, miti, interessi e senza dubbio anche odio... insomma dal modo di percepire, più o meno cosciente. L'odio è una possibilità dell'essere umano e se vuoi farlo superare come fai? Per me si tratta di capire come funziona, perché comunque sono sicura che sotto, ma molto sotto, a nessuno piaccia veramente odiare... anche se magari non se ne accorge.


Non bisogna impedire il sentimento d'odio. L’errore ideologico di ritenere mero effetto dell’educazione e della cultura le differenze psico-comportamentali tra individui è alla base di chi considera irrilevante l’oggettiva appartenenza biologica a un dato sesso. Non serve equiparare i sentimenti della coppia etero alla coppia omo. Nella coppia omo non c'è chi fa il maschio e chi fa la femmina. Serve riconoscere come dato l'esistenza dell'odio e dell'amore tra i maschi di tutte le razze e credo politico e religioso.
Frida
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda roby_rm » martedì 26 maggio 2020, 20:54

Frida ha scritto:...

Il cambiamento culturale, mi dispiace dirlo, non ha alcuna influenza. Io non mi aspetto di discutere il diritto di pensare diversamente su un argomento. Se vuoi avere il diritto di amare chi ti pare non puoi non avere il diritto di odiare chi ti pare, mi sembra logico. Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.


Acc! Mi preoccupo!
Capito, ma soprattutto concordo!

Vado a riflettere nel mio stagno!

Kiss
roby_rm

I'm not so bad! They just draw me that way!
Avatar utente
roby_rm
Princess
Princess
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: venerdì 12 aprile 2019, 21:09
Località: roma - italia

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Celeste » martedì 26 maggio 2020, 21:51

Frida ha scritto:Serve riconoscere come dato l'esistenza dell'odio e dell'amore tra i maschi di tutte le razze e credo politico e religioso.

Ma questo "riconoscere come dato" lo vuoi imporre? Se si come? Io l'ho detto molte volte qui che bisogna riconoscere il fatto che l'uomo può amare, ma se questo non viene fatto cosa si può fare?
Celeste
 

Re: giornata mondiale contro l'omo-transfobia

Messaggioda Frida » mercoledì 27 maggio 2020, 10:07

roby_rm ha scritto:
Frida ha scritto:...

Il cambiamento culturale, mi dispiace dirlo, non ha alcuna influenza. Io non mi aspetto di discutere il diritto di pensare diversamente su un argomento. Se vuoi avere il diritto di amare chi ti pare non puoi non avere il diritto di odiare chi ti pare, mi sembra logico. Il tema vero resta l'odio verso un essere umano per un fatto accidentale indipendente dalla sua volontà come ad esempio essere donna, nero, rom.


Acc! Mi preoccupo!
Capito, ma soprattutto concordo!

Vado a riflettere nel mio stagno!

Kiss


mi preoccupo anch'io!
Frida
 

PrecedenteProssimo


Torna a Identità di genere




Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010