Ama chi ti pare

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda LauraB » martedì 2 giugno 2020, 11:18

Intanto credo che rispetto alla domanda di Frida, perlomeno come l ho interpretata io, siamo off topic concentrandoci invece sul mondo T . Io immagino che Frida si riferisse semplicemente alle persone bio. Si puo spaziare, ovviamente, ma se finiamo per puntare solo su un altro singolo aspetto il topic non risponde piu alla sua genesi. Magari Frida puo dire se ho capito bene o meno..

Riporto la domanda iniziale:

Quando avete incontrato il vostro partner siete rimasti colpiti dalla persona o dal sesso? Dunque vi siete autoimposti un limite per cui oggi avete una donna o un uomo al vostro fianco?

Cioè vi siete innamorati del vostro partner non perchè maschi o femmine ma perchè vi siete posti dei limiti?
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda roby_rm » martedì 2 giugno 2020, 13:09

Celeste ha scritto:Innamorarsi aldilà dell'apparenza? Idealmente lo trovo affascinante, ma se fosse possibile allora altrettanto idealmente si potrebbe amare se stess* aldilà dei cambiamenti fisici desiderati.

Potremmo dire che conosci l' immagine che acquisisci di una persona, compreso il fatto che è o sembra maschio o femmina in aggiunta ad altre caratteristiche, che vanno dalla dolcezza, disponibilità, carattere etc. Quindi ti innamori sempre in base all' apparenza, dato che una persona che non sia tu stesso non la conoscerai mai completamente. Quello che può fare la differenza sono le cose certe ed oggettive che conosci dell'oggetto dell' innamoramento e che di volta in volta possono rafforzare la tua decisione di tentare o continuare ad essere innamorato o ti "freddano". Tanto per esemplificare, se per te è importante avere eredi, scarterai tutte le persone del tuo sesso, oltre a tutte le persone non del tuo sesso, ma di cui acquisisci la certezza che non sono fertili

Il quesito posto all ' inizio, di cui riporto per comodità quello che mi sembra "il punto" è:

Frida ha scritto:...
Quando avete incontrato il vostro partner siete rimasti colpiti dalla persona o dal sesso? Dunque vi siete autoimposti un limite per cui oggi avete una donna o un uomo al vostro fianco?
...


Io l'ho interpretato come la richiesta di sapere se nella scelta del partner viene prima l' osservazione del sesso e poi il resto e quindi la scelta viene fatta con un limite autoimposto ( se non è maschio no/se non è femmina no) oppure tra tutte le persone che hai incontratto hai scelto quella che maggiormente ti è sembrata compatibile con te ed il sesso è stato solo una delle caratteristiche valutate.

Celeste ha scritto: In pratica tuttavia penso sia difficile che accada, perlomeno finché abbiamo un corpo a cui si dà un' importanza non solo per vivere fisicamente, ma anche per comunicare qualcosa (sia da un punto di vista animale che più cerebrale e simbolico).

E qui rientri nel quesito: quando ti innamori di una persona, valuti principalmente il corpo ed il linguaggio del corpo dell'aspirante partner? Questo vale molto?
Lecito e corretto! Ci mancherebbe!
È però un altro limite che ti poni. Potresti dire: ma questa persona io debbo conoscerla! Ok. Magari parlandoci, da quanto scrive o dice. Certo che se dice una cosa e ne fa un' altra... : Smile :
Celeste ha scritto:Per quanto riguarda i dettagli fisici citati (capisco che possa sembrare poco sensibile menzionarli a quel modo, ma personalmente non li considero offtopic) secondo me possono essere rilevanti se testimoniano l'appartenenza ad un genere per cui si ha un rifiuto sessuale. Se davvero non ci fosse nessun dettaglio fisico per distinguere tra bio e non bio resterebbe solo un'avversione verso qualcosa di astratto, ma non so se sia così nel mondo reale attuale... un uomo etero che rifiuti una donna non bio non credo che lo faccia solo per un rifiuto astratto verso il maschile, ma che sia invece coinvolto anche qualcosa di più animale.

Mi sembra che tu stia ripetendo quanto detto sopra in un' altra variante: se le caratteristiche di genere per te sono discriminanti, se trovi una conformazione genitale come la tua, che rifiuti a priori, interviene il limite che ti sei imposta. Nulla di grave!
Celeste ha scritto:Poi posso sbagliarmi, ed è anche vero che, come ho già detto, se la donna che io amo cosi com'è fosse non bio la amerei lo stesso; e la amerei lo stesso anche se si trasformasse in uomo, ma io sono proprio persa e inoltre in un certo senso sono androgina (e potrei adattarmi con soddisfazione diventando più femminile io) quindi non mi ritengo rappresentativa della maggioranza degli uomini.

Quello che dici è una bellissima dichiarazione di amore, ma suppone che già hai conosciuto la persona, l' hai accettata, e presumibilmente hai trovato in lei delle caratteristiche talmente "potenti" che te la rendono gradevole che potresti decidere che il genere non è così importante. Ora se questo lo hai deciso "prima" puoi rispondere che il sesso non è così importante. Se lo hai scoperto dopo, ti conosci un po' di più! : Smile :

Kiss

Saluti dallo stagno - oca Roby

Nota: posso aver usato male i termini sesso/genere, a causa di uno schematismo che ho e che non è completamente corretto. In questo caso, fa fede la domanda di Frida, in cui si parla esplicitamente di sesso.
roby_rm

I'm not so bad! They just draw me that way!
Avatar utente
roby_rm
Princess
Princess
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: venerdì 12 aprile 2019, 21:09
Località: roma - italia

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda roby_rm » martedì 2 giugno 2020, 13:10

Melissa_chan ha scritto:Beh dai, non mi sembra di essere venuta fuori così male dopo 9 mesi di Tos... almeno spero : Blink :

Tornando in-topic...

Direi che il mondo dell'amore è come studiare il regno quantico, dall'esterno non ci capisci nulla, dall'interno le cose sono diverse e non ci capisci nulla, tutto cambia in un battito di ciglia e niente resta mai invariato.
Quindi non credo che tentare di razionalizzare la cosa possa effettivamente essere di aiuto, o quantomeno, non credo possa fornire una verità assoluta.
Il mio concetto di amore poi è probabilmente distaccato dal concetto aspetto/genere/apparenza, la persona può essere come le pare finchè mantiene determinate caratteristiche mentali e spirituali... Poi sono fatta anche io di carne e sangue infatti l'ultimo ragazzo che mi ha colpita assomigliava a Jeremy Renner, quindi bastava il suo aspetto per mandarmi gli ormoni in overflow : Chessygrin :

Riassumendo, ci si dovrebbe innamorare di una persona e non di un'immagine

: Love :


: Thumbup : vai forte, ragazza! : Thumbup :

Kiss
roby_rm

I'm not so bad! They just draw me that way!
Avatar utente
roby_rm
Princess
Princess
 
Messaggi: 1072
Iscritto il: venerdì 12 aprile 2019, 21:09
Località: roma - italia

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda LauraB » martedì 2 giugno 2020, 14:49

roby_rm ha scritto:Nota: posso aver usato male i termini sesso/genere, a causa di uno schematismo che ho e che non è completamente corretto. In questo caso, fa fede la domanda di Frida, in cui si parla esplicitamente di sesso.


approfitto solo per specificare un passaggio, ma si tratta di una quisquilia, il resto del tuo intervento lo condivido in pieno.

roby_rm ha scritto:Celeste ha scritto:
Per quanto riguarda i dettagli fisici citati (capisco che possa sembrare poco sensibile menzionarli a quel modo, ma personalmente non li considero offtopic) secondo me possono essere rilevanti se testimoniano l'appartenenza ad un genere per cui si ha un rifiuto sessuale. Se davvero non ci fosse nessun dettaglio fisico per distinguere tra bio e non bio resterebbe solo un'avversione verso qualcosa di astratto, ma non so se sia così nel mondo reale attuale... un uomo etero che rifiuti una donna non bio non credo che lo faccia solo per un rifiuto astratto verso il maschile, ma che sia invece coinvolto anche qualcosa di più animale.

Mi sembra che tu stia ripetendo quanto detto sopra in un' altra variante: se le caratteristiche di genere per te sono discriminanti, se trovi una conformazione genitale come la tua, che rifiuti a priori, interviene il limite che ti sei imposta. Nulla di grave!


sostanzialmente si parla qui di donna non bio, di cui i genitali sono femminili, vista la mole di discorsi precedenti su questo punto. Ci sta anche la donna mtf non operata, in tal caso meglio specificarlo.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda angelaingrid » martedì 2 giugno 2020, 14:49

LauraB ha scritto:Quando avete incontrato il vostro partner siete rimasti colpiti dalla persona o dal sesso? Dunque vi siete autoimposti un limite per cui oggi avete una donna o un uomo al vostro fianco?
Cioè vi siete innamorati del vostro partner non perchè maschi o femmine ma perchè vi siete posti dei limiti?

Dal momento che, come per tutti gli etero, per me è impossibile provare il benché minimo interesse per tutto ciò che ha sembianze maschili, la risposta viene da sé.
Ultima modifica di angelaingrid il martedì 2 giugno 2020, 15:04, modificato 1 volta in totale.
Angela Ingrid non è così. È che la disegnano così.
Avatar utente
angelaingrid
Princess
Princess
 
Messaggi: 3759
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2014, 15:29
Località: Livorno

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda LauraB » martedì 2 giugno 2020, 14:55

Celeste ha scritto:resterebbe solo un'avversione verso qualcosa di astratto,


potrebbe davvero restare un avversione per qualcosa che non esiste? Non è un controsenso o comunque inutile?

Celeste ha scritto:testimoniano l'appartenenza ad un genere per cui si ha un rifiuto sessuale


la realtà ci dice che non sappiamo il nostro futuro. E siccome al cuore NON si comanda, si puo pensare e affermare tutto ma poi i nsotri piani non si avverano sempre.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Donna
Donna
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5334
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda Frida » mercoledì 3 giugno 2020, 14:38

Melissa_chan ha scritto:Beh dai, non mi sembra di essere venuta fuori così male dopo 9 mesi di Tos... almeno spero : Blink :

Tornando in-topic...

Direi che il mondo dell'amore è come studiare il regno quantico, dall'esterno non ci capisci nulla, dall'interno le cose sono diverse e non ci capisci nulla, tutto cambia in un battito di ciglia e niente resta mai invariato.
Quindi non credo che tentare di razionalizzare la cosa possa effettivamente essere di aiuto, o quantomeno, non credo possa fornire una verità assoluta.
Il mio concetto di amore poi è probabilmente distaccato dal concetto aspetto/genere/apparenza, la persona può essere come le pare finchè mantiene determinate caratteristiche mentali e spirituali... Poi sono fatta anche io di carne e sangue infatti l'ultimo ragazzo che mi ha colpita assomigliava a Jeremy Renner, quindi bastava il suo aspetto per mandarmi gli ormoni in overflow : Chessygrin :

Riassumendo, ci si dovrebbe innamorare di una persona e non di un'immagine

: Love :


Infatti non sei venuta per niente male! : Love :
Frida
 

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda Frida » mercoledì 3 giugno 2020, 18:23

roby_rm ha scritto:
Frida ha scritto:...
Quando avete incontrato il vostro partner siete rimasti colpiti dalla persona o dal sesso? Dunque vi siete autoimposti un limite per cui oggi avete una donna o un uomo al vostro fianco?
...


Io l'ho interpretato come la richiesta di sapere se nella scelta del partner viene prima l' osservazione del sesso e poi il resto e quindi la scelta viene fatta con un limite autoimposto ( se non è maschio no/se non è femmina no) oppure tra tutte le persone che hai incontratto hai scelto quella che maggiormente ti è sembrata compatibile con te ed il sesso è stato solo una delle caratteristiche valutate.


L'interpretazione di Roby è coerente alla mia domanda.

Se fosse vero che l'amore sboccia non tra i sessi ma tra le persone allora la sessualità non sarebbe più un fondamento del comportamento umano. A me sembra evidente che l'affermazione di "Levitt" con cui ho aperto il post resta una sciocchezza.

Ho aperto qui la discussione perchè l'amore basato sull'identità di genere è più complesso di quello basato semplicemente sui comportamenti sessuali in quanto l'identità dell'individuo è più difficile da definire. Inoltre la cura ormonale può influenzare il comportamento sessuale? L'ormone che maggiormente influisce sull'interesse per l'attrazione sessuale dovrebbe essere l'ossitocina, l'ormone della tenerezza.

Dunque il comportamento sessuale dell'uomo non è necessariamente collegato all'orientamento sessuale reale o dichiarato dell'individuo. C'è da dire anche che bi-curiosità, etero-curiosità e omo-curiosità si distinguono dall'orientamento sessuale perché sono comportamenti occasionali.

Per i demisessuali il grado di interesse o desiderio verso il sesso può variare da persona a persona. Ci può essere un interesse per l'aspetto esteriore che non è da connettere con l'interesse sessuale, ma prima di suscitare una probabile attrazione sessuale è necessario frequentarsi per molto tempo e instaurare una relazione affettiva.

Si capisce che i genitali passano in secondo piano quando resta solo il gradiente di relazione affettiva a disinibire l'eccitazione sessuale. Ama chi ti pare, in definitiva, è un modo per dire che il sesso non conta ma solo vari gradi di relazioni affettive interpersonali. Io non sono demisessuale!

Invece, il tema, giudicato Off Topic, se l’anatomia, per dirla con le parole di Freud, è un destino?, l'ho trovato interessante. Middlesex di Jeffrey Eugenides è un libro in cui si affaccia con forza la problematica del transgender. Il genere sessuale di appartenenza non può essere ridotto a uno scontro tra biologia e cultura ma a una scoperta soggettiva in tre tempi.
Frida
 

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda sylvix » mercoledì 3 giugno 2020, 22:13

la natura corporea è il vincolo preimpostato alla fantasia che sovrascrive, nell'ottica del proprio tempo, l'incommutabile, il destino è l'antinomia : Chessygrin :
jeg taler ikke dansk!
Avatar utente
sylvix
Princess
Princess
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 3:09
Località: worthing

Re: Ama chi ti pare

Messaggioda dream62 » mercoledì 3 giugno 2020, 23:59

sylvix ha scritto:la natura corporea è il vincolo preimpostato alla fantasia che sovrascrive, nell'ottica del proprio tempo, l'incommutabile, il destino è l'antinomia : Chessygrin :

Più chiaro di così.... : Eeek :
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3391
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

PrecedenteProssimo


Torna a Identità di genere




Visitano il forum: Dany66 e 2 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010