Eterosessualità

Eterosessualità

Messaggioda Frida » giovedì 9 febbraio 2017, 14:09

Ormai avrò letto decine di volte frasi simili a: "sono attratto dalle donne quindi sono etereosessuale". Tuttavia essere attratti dal sesso opposto è necessario ma non è sufficiente per definirsi eterosessuali. Agli uomini piacciono le donne, io sono un uomo quindi mi piacciono le donne; questa è una deduzione aderente alla matrice socio-culturale dominante: quella eterosessuale.

Senza interrogarsi sugli effetti che i propri comportamenti hanno sulle proprie relazioni affettive e sessuali; non basta per escludere di essere un eterosessuale, ego sintonico, distonico o omoaffettivo. Ma di quale eterosessualità si parla allora?

Se da ogni dichiarazione si sfila via il fatto che si è attratti dal sesso opposto resta in primo piano il proprio comportamento nudo e crudo. E il travestimento resta pur sempre un comportamento ambiguo.

Leggendo la frase "fare la figura del "frocio" del racconto di Valeria (che saluto affettuosamente) sui suoi acquisti, mi sembra che tra i suoi pensieri travestirsi nasconda il rischio di essere percepito come un diverso, uno straniero, un frocio appunto. Anche se traspare un po' di rassegnazione, è scattata la molla del meccanismo difensivo per eccellenza: la negazione, per ribadire che se piacciono le donne il pericolo di mettere in discussione la propria eterosessualità svanisce. Come capita ai travestiti che davanti allo specchio per difendersi dall'angoscia di perdere la propria identità maschile iniziano a masturbarsi.

In una discussione publica certi termini possono suonare discriminatori a lettori erranti e forse certi flussi di coscienza non sono così necessari in bel racconto.

Forse è il caso di vivere la propria eterosessualità, ammesso di averla compresa, come si vuole, senza chiamare in causa tutte le volte la spregievolezza per eccellenza: il sodomita passivo, per il quale io stessa non mi sento di escludere alcuni miei comportamenti.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1804
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Eterosessualità

Messaggioda Alyssa » giovedì 9 febbraio 2017, 15:53

Io tempo fa ci avevo ragionato un po' su...
viewtopic.php?t=1950#p35648


Inviato dal mio spettegolefono utilizzando i miei polpastrelli
Immagine
Tanto assurdo e fugace è il nostro passaggio per questo mondo, che l’unica cosa che mi rasserena è la consapevolezza di essere stata autentica, di essere la persona più somigliante a me stessa che avrei potuto immaginare.
Immagine
Avatar utente
Alyssa
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1317
Iscritto il: lunedì 16 novembre 2015, 13:29
Località: Provincia di Torino

Re: Eterosessualità

Messaggioda angelaingrid » giovedì 9 febbraio 2017, 17:42

Nessuno spregio per chi è attratto da altri soggetti e per chi ha dei gusti diversi dai miei, non vedo cosa c'entri. Sono per la massima libertà d'espressione. Uno può anche essere attratto dai cassettoni in legno, dai cancelli in ferro battuto o dai manichini in polistirolo, la cosa non deve interessarmi.

Tuttavia, dal momento che i miei gusti sessuali fanno sì che io sia attratto solo ed esclusivamente da donne bio, il responso può essere uno e uno solo.
Poi chiamatelo come volete, ma quello rimane. E' un ingabbiamento in una categoria? quand'anche fosse, la cosa non mi provoca nessun disturbo psicologico: per cui lo dico senza problemi... sì, sono un maschio eterosessuale.

: Razz :
Avatar utente
angelaingrid
Princess
Princess
 
Messaggi: 3134
Iscritto il: lunedì 27 ottobre 2014, 15:29
Località: Livorno

Re: Eterosessualità

Messaggioda Valeria » venerdì 10 febbraio 2017, 2:39

non vorrei che la mia frase sia campita come quello che non è.

E' che negli altri la leggi sta cosa, gliela vedi negli occhi e nella testa, come vedi sempre l'accostamento trav = prostituta ecc.

Quella roba lì, a me fa girare le scatole!

Circa l'eterosessualità, non si deve dimostrare a nessuno, si sente dentro di noi cosa ci piace e cosa no, tutto qua, ed ognuno ha un suo piacere ed è libero di provarlo ed averlo, nessun problema, per chi come rispetta chiunque altro.

Poi l'amore è cosa così stramba. Anche le donne. Mica tutti abbiamo gli stessi gusti. Quante volte accade che una donna sia bella per qualcun altro e per un altro no e così vale per un uomo, magari piace ad una e ad un'altra fa schifo. L'amore è così.
Valeria
Avatar utente
Valeria
Lady
Lady
 
Messaggi: 625
Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2016, 19:38
Località: Piacenza

Re: Eterosessualità

Messaggioda Katymakeup » venerdì 10 febbraio 2017, 13:30

Essere scambiati per omosessuali è il primo pensiero del 90% dell'opinione pubblica.
Uno che pratica crossdressing è additato in quel modo, complice il fatto secondo me che le dragqueen sono per la maggior parte dei casi uomini omosessuali.
E' normale per un crossdresser etero rivendicare la propria eterosessualità.
Nel mio caso sono etero convinto al 100%, se per caso poi domani mattina mi accorgo di essere diventato donna sarei una donna lesbo.
Avatar utente
Katymakeup
Lady
Lady
 
Messaggi: 590
Iscritto il: giovedì 22 dicembre 2016, 18:29
Località: lodi provncia

Re: Eterosessualità

Messaggioda Frida » venerdì 10 febbraio 2017, 13:47

Valeria ha scritto:Circa l'eterosessualità, non si deve dimostrare a nessuno, si sente dentro di noi cosa ci piace e cosa no, tutto qua, ed ognuno ha un suo piacere ed è libero di provarlo ed averlo, nessun problema, per chi come rispetta chiunque altro.


Questo è un punto non banale della discsussione: "non si deve dimostrare" di essere eterosessuale.

Quindi se non c'è bisogno di spiegare a nessuno di essere eterosessuale perchè mettere in campo un comportamento dimostrativo?

Se piacciono i cancelli in ferro battuto, il bisogno di dimostrarlo, abbattendo una palizzata in legno o cercando di coprirla con le frasche, diventa superfluo.

Ad esempio, evitare persone attraenti dello stesso sesso, evitare luoghi frequentati da omosessuali, evitare il contatto fisico con persone dello stesso sesso, ..., evitare di fare la figura del "frocio" sono dei comportamenti , come altri, auto-dimostrativi e necessari per sedare un po' di sana ansia.

Se però si è convinti del proprio orientamento sessuale, il proprio aspetto non dovrebbe avere alcuna influenza.
Tuttavia cambiare aspetto, come ad esempio assumere sembianze femminili, può avere qualche influenza sul proprio comportamento eterosessuale?
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1804
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Eterosessualità

Messaggioda velia67 » venerdì 10 febbraio 2017, 14:23

smakkkk frida hai inquadrato bene quello che intendevo dire in un altro post grazie
Avatar utente
velia67
Lady
Lady
 
Messaggi: 703
Iscritto il: mercoledì 8 aprile 2015, 17:58
Località: napoli

Re: Eterosessualità

Messaggioda Katymakeup » venerdì 10 febbraio 2017, 14:29

La questione è che ci si può fare tutte le domande che si vogliono ma le risposte vengono sempre dal pensiero della nostra società.
Come giustamente hai detto tu Frida uno può frequentare la gente che gli pare, i luoghi che gli pare e anche assumere sembianze femminili pur essendo convinti delle proprie scelte sessuali.
Ma vai a farglielo capire alla gente.........
Avatar utente
Katymakeup
Lady
Lady
 
Messaggi: 590
Iscritto il: giovedì 22 dicembre 2016, 18:29
Località: lodi provncia

Re: Eterosessualità

Messaggioda LauraB » venerdì 10 febbraio 2017, 15:27

la sicurezza viene prima di tutto ripetendo più volte un azione (es comprare ripetutamente rossetti enhomme) e poi rivoltando la domanda: non penso che quello che ho davanti penserà che sono omosessuale, quello che pensa sono affari suoi. L importante è non apparire a disagio, la risposta dell interlocutore sarà più o meno un altro disagio.
Se invece quello che pensa (stereotipo..) lo dichiara a voce penso di avere a che fare con un imbecille. E di conseguenza io lo tratterò da imbecille. E' un problema suo, non mio.
Poi puo capitare anche a me di vedere una persona e fare un associazione sbagliata basata sugli stereotipi, non solo di genere..è il bombardamento che ci arriva dalla "società" che non sempre siamo in grado di decifrare e smontare.
Qui ci sarebbe da lavorare..
Per il mio parere, la prima impressione è sempre quella sbagliata.
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4810
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Eterosessualità

Messaggioda Frida » venerdì 10 febbraio 2017, 16:34

Essere scambiati per omosessuali non è un offesa. Almeno mi auguro che sia così per chi fa crossdressing.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1804
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Prossimo


Torna a Sessualità




Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010