Linea di confine

Linea di confine

Messaggioda Gabriela » lunedì 1 ottobre 2018, 10:16

Spesso mi chiedo cosa sono ...... È difficilissimo riuscire a capirlo troppe variabili entrano in gioco ... Età matrimonio figli assumerlo socialmente e lavorativamente a 50 anni ti mette in panico
...scavarsi un piccolo mondo in Tutta sicurezza e placare la nostra anima ?

E voi come ci convivete ?

Kiss kiss
Ultima modifica di Gabriela il sabato 17 novembre 2018, 4:25, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Gabriela
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 127
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2018, 13:26
Località: Novara

Re: Linea di confine

Messaggioda Frida » lunedì 1 ottobre 2018, 12:10

Gabriela ha scritto:E voi come ci convivere ?


bene o male ..io ci convivere
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2432
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Linea di confine

Messaggioda Celeste » lunedì 1 ottobre 2018, 13:23

Io ho pensato di conviverci in questo modo: per quando sono en homme cercherò di modificare il mio aspetto un po' alla volta, in modo che sia quasi simile a quello di una donna vestita da uomo (tra l'altro en homme proverei una certa soddisfazione se la gente guardandomi si chiedesse se io sia in realtà una donna, mentre proverei un certo disagio se en femme dovessi sembrare palesemente un uomo). Per quando sono en femme cercherò invece di prendere consapevolezza di tutto quello che sento dentro di me, e che sento coerente con tale aspetto. La mia versione en femme comunque pian piano la affinerò per poter esprimere al meglio me stessa.
Ultima modifica di Celeste il lunedì 1 ottobre 2018, 19:37, modificato 2 volte in totale.
Celeste
Avatar utente
Celeste
Lady
Lady
 
Messaggi: 835
Iscritto il: venerdì 18 maggio 2018, 23:25
Località: Triveneto

Re: Linea di confine

Messaggioda Katymakeup » lunedì 1 ottobre 2018, 14:52

Io sono più per ricavarsi un piccolo mondo in tutta sicurezza e placare l'anima.
Ci si convive bene o male tempo permettendo.
A volte ci penso che mi piacerebbe essere qualcosa in più....il mio equilibrio sarebbe avere un corpo femminile e sesso maschile per poter apprezzare al meglio l'unione dei due generi. Ma sono solo fantasie che si scontrerebbero pesantemente con la vita reale.
Connesso
Avatar utente
Katymakeup
Lady
Lady
 
Messaggi: 778
Iscritto il: giovedì 22 dicembre 2016, 18:29
Località: lodi provncia

Re: Linea di confine

Messaggioda Alyssa » lunedì 1 ottobre 2018, 16:06

Gabriela ha scritto:Spesso mi chiedo cosa sono ... Crossdresser o transgender ? .... È difficilissimo riuscire a capirlo...

Facile o difficile dipende da te.

Per esperienza personale posso solo dirti che il primo passo per sbrogliare la matassa è la consapevolezza (non basta che qualcuno telo dica, non basta solo sapere a volte) che qualsiasi etichetta scegli, non cambia ciò che sei.

Non conta neanche ciò che fai, se una volta al mese o ogni giorno da quando metti giù i piedi dal letto a quando appoggi la testa sul cuscino la sera.

Non fa testo una letterina su un documento, non serve un certificato, tanto chi ti sta intorno ti vedrà sempre a modo suo, a meno che abbia la sensibilità di vederti come tu vorresti.

: Love :

PS: perché hai aperto la discussione sotto sessualità?

Inviato dal mio spettegolefono usando i miei polpastrelli
Immagine
Tanto assurdo e fugace è il nostro passaggio per questo mondo, che l’unica cosa che mi rasserena è la consapevolezza di essere stata autentica, di essere la persona più somigliante a me stessa che avrei potuto immaginare.
Immagine
Avatar utente
Alyssa
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 16 novembre 2015, 13:29
Località: Provincia di Torino

Re: Linea di confine

Messaggioda Giorgia Fishel » lunedì 1 ottobre 2018, 17:02

Accarezzata e abbandonata a più riprese l'idea di una transizione medicalizzata..alle soglie della quarantina..con mezzo lavoro e due figli con una quindicina d'anni di differenza..decisi che avrei dovuto finalmente dare spazio a quell'anima clandestina..che lungi dal volersi sopire..seguitava invece a volersi manifestare..incurante della costruzione a cui i "casi" della vita avevano dato forma

Alyssa ha scritto:Per esperienza personale posso solo dirti che il primo passo per sbrogliare la matassa è la consapevolezza (non basta che qualcuno telo dica, non basta solo sapere a volte) che qualsiasi etichetta scegli, non cambia ciò che sei.

Non conta neanche ciò che fai, se una volta al mese o ogni giorno da quando metti giù i piedi dal letto a quando appoggi la testa sul cuscino la sera.

Non fa testo una letterina su un documento, non serve un certificato, tanto chi ti sta intorno ti vedrà sempre a modo suo, a meno che abbia la sensibilità di vederti come tu vorresti.


condivido molto..anche sulla questione del documento che altrove pare sia possibile modificare senza dover omologare la propria fisicità dandosi in pasto a medici psicologi e farmaceutica assortita
devo ammettere però che sarebbe un bel traguardo..sociale ancor più che personale..ottenere una cosa simile
nulla che comunque ci si possa aspettare di quì a poco sotto questi cieli
Ultima modifica di Giorgia Fishel il lunedì 19 novembre 2018, 0:10, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Giorgia Fishel
Lady
Lady
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 505
Iscritto il: mercoledì 30 novembre 2016, 12:25
Località: milano

Re: Linea di confine

Messaggioda Katymakeup » lunedì 1 ottobre 2018, 18:06

Basterebbe solo che venisse riconosciuto come in alcuni paesi il 3 sesso.
Da qui in poi i confini si allargherebbero parecchio.
Connesso
Avatar utente
Katymakeup
Lady
Lady
 
Messaggi: 778
Iscritto il: giovedì 22 dicembre 2016, 18:29
Località: lodi provncia

Re: Linea di confine

Messaggioda Alyssa » lunedì 1 ottobre 2018, 18:28

Katymakeup ha scritto:Basterebbe solo che venisse riconosciuto come in alcuni paesi il 3 sesso.
Da qui in poi i confini si allargherebbero parecchio.

Ok, ma forse stiamo andando un po' fuori tema, colpa mia che ho citato documenti e certificati.
Cose che hanno una loro utilità pratica, ma eventualmente vengono mooooolto dopo aver compreso se stessi.

Inviato dal mio spettegolefono usando i miei polpastrelli
Immagine
Tanto assurdo e fugace è il nostro passaggio per questo mondo, che l’unica cosa che mi rasserena è la consapevolezza di essere stata autentica, di essere la persona più somigliante a me stessa che avrei potuto immaginare.
Immagine
Avatar utente
Alyssa
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1415
Iscritto il: lunedì 16 novembre 2015, 13:29
Località: Provincia di Torino

Re: Linea di confine

Messaggioda LauraB » lunedì 1 ottobre 2018, 19:13

Continuando il percorso...
Laura Bianchi
Avatar utente
LauraB
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5094
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia

Re: Linea di confine

Messaggioda Fioreblu » lunedì 1 ottobre 2018, 19:45

Aldila del fatto che siano solo etichetta, Se hai dubbi su ciò che sei ora nel quotidiano magari diventare un trasngender potrebbe essere la soluzione.

Crossdresser se ti vesti come il sesso opposto ed a grandi linee finisce lì
Transgender se senti la necessità di cambiare completamente per sempre

Questo puoi saperlo solo dopo una profonda introspezione per cercare di capirti il più a fondo possibile.


Io di mio posso dire che non ho problemi con me stesso e che mi vivo bene così come sono, non riuscirei a vivere il quotidiano da donna :) Per me il crossdressing è una piacevole aggiunta a quello che la vita offre!
Avatar utente
Fioreblu
Baby
Baby
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 44
Iscritto il: martedì 18 settembre 2018, 2:50
Località: Milano

Prossimo


Torna a Sessualità




Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010