Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Lorett@, vernica71, Melissa_chan, virgolette, Alyssa, Irene, CristinaV, Roby

Rispondi
Avatar utente
GiuliaGiu
Teen
Teen
Messaggi: 85
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: sabato 5 giugno 2021, 19:12
Località: Provincia di Parma
Età: 33

Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da GiuliaGiu »

Essendo questo uno sfogo, penso e spero di essere nel posto giusto. Nel caso non me ne vogliate e chiedo scusa in anticipo. : Wink :

Nell'ultimo periodo, sento crescere dentro di me la voglia di uscire fuori enfemme.
È capitato già un paio di volte che, avendo casa libera per qualche giorno, mi vestivo e truccavo in maniera completa anche per tutto il giorno.
Ovviamente, stando in casa per qualche giorno da sola, tocca a me portare giu la pattumiera, e da li un pensiero fisso che mi elettrizza... e se uscissi enfemme? dopotutto sono solo pochi metri, di sera/notte per portare la spazzatura, una cosa semplice e veloce... : Thumbup :
ma... : Cry :
Ma ogni volta ripenso che potrebbero vedermi... vivo in un paese piccolo, il condominio in cui vivo é in mezzo alla campagna. Se qualcuno del palazzo scopre che cosa faccio mentre sono a casa da sola, poi rischio ripercussioni... non tanto per me... perche voglio dire... questa è comunque una parte di me, a cui non voglio rinunciare e me ne fregherebbe poco... ma piu cosa potrebbero dire alla persona con cui vivo e che amo...
Probabilmente non ci farebbe caso... O forse mi direbbe di smettere...
Mi piacerebbe davvero tanto poterlo fare... Trovare il coraggio di farlo...
Ho pure pensato di farlo in piena notte, tipo le 2/3 di notte... tanto chi gira a quell'ora? ed invece girano quelli che ritirano i rifiuti, girano le macchine dei giovani che tornano dalle discoteche, o dalle uscite.
Ma non so come, ogni volta che tento e mi riprometto di farlo... finisce sempre con un buco nell'acqua.
Non riesco addirittura ad andare sul balcone, pensando che potrebbero vedermi dalle altre case vicine... pur sapendo che ci sono le serrande chiuse, le luci spente, ecc... ecc...

Prima o poi ce la farò, ne sono convinta. Ma nel frattempo... mi rassegno a camminare per casa in gonna e stivaletti... Nell'attesa in cui troverò finalmente il coraggio di uscire, truccata, anche solo di 1 metro fuori dal cancello per portare la spazzatura... sarebbe la conquista più grande che potrei raggiungere al momento.

Avatar utente
CristinaV
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 1037
Iscritto il: sabato 12 settembre 2015, 21:46
Località: Novara
Età: 66
Contatta:

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da CristinaV »

Penso che il discorso dovrebbe partire dalla condivisione del tuo modo di essere con la persona amata.
Non metterla al primo posto delle priorità la farebbe sentire esclusa se non addirittura gabbata.
Uscire en femme a sua insaputa potrebbe trasformarsi un grande autogoal se solo qualcosa andasse storto.
I passi successivi li farete insieme con complicità e condivisione.
Questo se avrai la sua accettazione.
Io non vi conosco e posso solo fare ipotesi, ma questa mi sembra la strada migliore.
La mia esistenza, si rifà a quei buoni vecchi jeans: Chi mi ama mi segua.

X-DRESS STAFF

2925

Avatar utente
Steffi Ritzka
Teen
Teen
Messaggi: 60
Iscritto il: martedì 12 ottobre 2021, 3:37
Località: Terni

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da Steffi Ritzka »

Ciao Giulia
Purtroppo il tuo dilemma non ha una soluzione universale, ognuna di noi si ritrova a doverlo affrontare non senza dubbi e difficoltà...
Il consiglio di Cristina è senz'altro il migliore, poter contare sulla complicità del/della partner sarebbe l'ideale da ogni punto di vista.
Ma non è semplice, io per esempio, pur avendo avuto due mogli non ci sono riuscita perché non accettavano la mia "stravaganza"......
Poi mi capitò di lavorare per un certo periodo in Germania lì dopo aver visto molti crossdressers in giro per la città senza problemi, una sera mi feci coraggio e andai a bere una birra enfemme fu fantastico a nessuno importava di come ero vestita. Col tempo ho avuto modo di conoscere persone cd con le quali ho fatto amicizia... così ogni tanto quando mi prende la voglia mi regalo un viaggio....
Questa è la soluzione che ho trovato per me...
Coraggio cara, vedrai che la troverai anche tu.
Un abbraccio
Steffi
Lass dich nicht aufhalten!

Avatar utente
sylvix
Princess
Princess
Messaggi: 1998
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 3:09
Località: worthing
Contatta:

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da sylvix »

nel nord europa, come nel nord degli usa, l'approccio alla questione e' totalmente diverso, non avendo queste regioni vissuto il trauma social-secolare delle vessatorie religioni cristiane.
a tutt'oggi, per non nascondere i sassetti nelle skarpe, i posti piu' violenti, iniqui, sporchi e intolleranti sono proprio quelli piu' conservativi, aderenti ai canoni etici latino-cristiani; si pensi alla bible-belt usa o all'intero sudamerica.
andando avanti, sul piano antropologico e gnoseologico, il discorso diventa ingombrante e totalmente intrattabile in questa sede, ma che poi -tout court- il cliche-dragqueen rompa il cazzo così a new york come a copenhagen, è un dato di fatto onnicomprensivo che esula completamente dalla questione più intima a cui questo discorso vuole riferirsi.
jeg taler ikke dansk!

Avatar utente
virgolette
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 2685
Iscritto il: domenica 7 settembre 2014, 17:34
Località: Torino
Età: 56
Contatta:

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da virgolette »

Non sono sicuro di aver compreso appieno il commento di Sylvix, ma l'appoggio sulla fiducia.
Dal canto mio posso solo dirti una cosa.
Se questa cosa, se vestirti da donna ti rende felice allora falla. Falla fino a quando non lede la libertà o la serenità di qualcun altro.
E' una felicità tua, ti spetta, ne hai diritto, ma non hai diritto di obbligare altri a subirla.
Se la vuoi condividere la devi dichiarare e questo lo farai se e quando ti sentirai in grado di farlo, ma fino ad allora per RISPETTO della libertà altrui i tuoi dubbi , le tue paure e le tue insicurezze dovranno rimanere TUE.
Io ho scelto di fregarmene, vivo in un paese di meno di 2000 anime e quando ho voglia di uscire in minigonna lo faccio e basta. Non ho una moglie, non ho dei figli, non ho più ne' padre ne' madre, quindi le conseguenze di quello che faccio ricadono SOLO su di me e siccome sono adulto e so badare a me stesso, mi assumo tutte le conseguenze di quello che faccio.
Se un giorno ho voglia di indossare una bella minigonna e delle belle calze con dei tacchi alti, lo faccio e basta, perché mi fa stare bene e quello che pensano gli altri e quello che dicono non ha la minima importanza. La vita è MIA e non loro.

Mi sembra che anche tu non abbia più 20 anni, pensa bene a quello che fai, ma non ti privare di qualcosa che ti fa stare bene solo perché "gli altri" potrebbero parlare male. Ma cosa cazzo ne sanno "gli altri" ? come si permettono ? Che si facciano i fatti loro, se ne sono capaci.

Un abbraccio.

Davide
Inviato dalla mia moka utilizzando Talpatrack !!

Avatar utente
Marinatravoi
Gurl
Gurl
Messaggi: 469
Iscritto il: giovedì 27 agosto 2020, 0:20
Località: Milano
Età: 60
Contatta:

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da Marinatravoi »

virgolette ha scritto: venerdì 15 ottobre 2021, 1:53 Se questa cosa, se vestirti da donna ti rende felice allora falla. Falla fino a quando non lede la libertà o la serenità di qualcun altro.
E' una felicità tua, ti spetta, ne hai diritto, ma non hai diritto di obbligare altri a subirla.
Se la vuoi condividere la devi dichiarare e questo lo farai se e quando ti sentirai in grado di farlo, ma fino ad allora per RISPETTO della libertà altrui i tuoi dubbi , le tue paure e le tue insicurezze dovranno rimanere TUE.
Anch'io la penso così, bisogna rispettare la controparte, ancor di più se si convive. Ma é giusto celare questa nostra passione alla persona che amiamo ? La cosa migliore sarebbe rivelarsi subito, al momento in cui si sta iniziando una relazione, dopo diventa sempre più difficile, man mano che il tempo passa...ma il timore di rivelarsi, può bloccarci sin dall'inizio...io non ci sono mai riuscita, é una cosa intima mia, che mi tengo stretta, anche perché le donne che ho incontrato nella mia vita non mi hanno mai mostrato segni di apertura in questo campo. Del resto, ho sempre vissuto questa mia doppia natura senza grossi problemi, nel senso che riesco a farle convivere, ancor più da quando mi sono separata e posso mettermi en femme quasi tutti i giorni, se voglio, e non sento nemmeno l' esigenza di farlo tutte le volte che posso. Nel mio caso, dunque, come dice Davide, mi tengo questa mia libertà, con le limitazioni dovute al rispetto per l' altra persona e credo di non farle torto nel non rivelarle Marina......ma questo é il mio modo di vivere il crossdressing, ognuna di noi lo vive in modo diverso, questo é appurato.
Marina

Avatar utente
Micaela
Baby
Baby
Messaggi: 18
Iscritto il: martedì 14 settembre 2021, 20:09
Località: bari
Età: 48

Re: Uscire all'aperto per poco... La paura che mi attanaglia...

Messaggio da Micaela »

ciao Giulia, girovagavo e ho trovato il tuo post, non so bene che dirti.. penso che se hai voglia di uscire da donna (non mi piace il termine en femme)forse potresti farti un bagaglietto tipo borsone del calcetto o palestra andare in una città vicina, cambiarsi in un luogo appartato e provare a fare un giro, magari su un percorso studiato a tavolino. con la mascherina e degli occhiali con lente neutra saresti grosso modo irriconoscibile ma le parole di Cristina sono sacrosante se hai una persona che ti vuole bene fare questa cosa di nascosto sarà per lei un doppio tradimento. e allora?? forse è il caso di parlarne e vedere che succede, sempre meglio che lo scopre da sola.... dio che situazione!!!!!

Rispondi