Sondaggio: è importante "passare" ?

E' importante "passare" ?

Si, passare è il mio obiettivo principale
19
56%
Più o meno: se accade va bene, altrimenti non c'è problema
11
32%
no, sono orgogliosa di essere riconosciuta per quello che sono
4
12%
 
Voti totali : 34

Re: Sondaggio: è importante

Messaggioda veronica » sabato 4 maggio 2019, 8:04

ccinzia61 ha scritto:
Roby ha scritto:Io ho inserito questo sondaggio e mi fa molto piacere che abbia suscitato iinteresse e tante risposte.
Mi riservo di dire la mia opinione tra qualche tempo vi posso anticipare che trovo spunti interessanti e condivisibili in ciascuno dei post.
Con questo intervento vorrei solo invitare chi usa lettere maiuscole a non farlo. Nei Forum esiste una "netiquette" per cui usare le maiuscole equivale ad alzare la voce ed è considerato un segno di scortesia.
So, anzi sappiamo tutte benissimo che il 99% di chi scrive in questo Forum non potrà mai essere scambiato per una bio, in primis la sottoscritta.
Però voglio anche dire che per una bella fetta di noi il fatto di essere nati nel sesso maschile e non poter mai essere viste come vere donne è fonte di sofferenza quotidiana.
Sentirci urlare in faccia che siamo uomini e non saremo mai vere donne ci fa solo acuire la sofferenza.
Lo sappiamo già.
Per favore siate delicate qundo ci parlate di queste cose.
Grazie
Roby

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk


Cara Roby,
presumo che ti riferissi a me , e ,se, in un forum dove il 99% di utenti maschi , sia ritenuto offensivo scrivere "uomo" in stampatello maiuscolo, credo che ci siano seri problemi!!!

Il mio scrivere in maiuscolo non voleva essere un "urlo" ma era il rimarcare una parola che qui dentro a volte sembra un grande tabu'.(chiedo perdono per la mia estrema ignoranza in fatto di netiquette)

Se ho offeso qualcuna mi scuso, ma troppe volte nel forum si leggono critiche rivolte alle Bio , con paragoni che sinceramente sono meno che pertinenti, dettati esclusivamente dallo scarso senso critico!!

Ognuna davanti allo specchio e' libera di vedersi bellissima strafichissima e "donnissima" e ognuna e' libera di volare a un metro da terra perche' viene chiamata "signora" e declinata al femminile, e ognuna e' libera di non accettare la realta', esattamente come io sono libera di esprimere la mia opinione,peccato che oltre ad un opinione sia una constatazione!!

Abbiamo lavorato tantissimo durante i nostri shootings per riuscire a dare passabilita' e femminilita' e lo abbiamo fatto con affetto e dedizione, ma sempre con la consapevolezza che quello che si poteva ottenere era frutto di trucco, parrucco, abiti ecc ecc ...

So perfettamente quanta sofferenza ci sia nel "travestirsi" ,per alcune CD, ma non e' corretto che passi il messaggio che con una bella parrucca, con un buon trucco, con imbottiture nel posto giusto si riesca a "passare" x Bio!! Potrei farti un elenco lunghissimo del "perche'" una CD non passa x Bio, ma sinceramente credo che ognuna, in fondo ,se ha un minimo di senso critico se ne renda conto.

Chiedo perdono, oltre che per l'uso del "maiuscolo" ,anche per il discorso un po "fumoso" ma a quest'ora ho molto sonno!! : Love :

Sinceramente ritengo che la passabilita' non sia "passare" per Bio , ma sia essere identificata come Donna e questo succede alla maggior parte delle CD che ho conosciuto!! : Love :


Passabilita', credibilita', identificazione: come spesso accade, i termini sono soggetti a diverse interpretazioni di chi le usa e le vive. Possono sembrare sinonimi e invece qui si capisce che ci possono essere degli elementi che li differenziano.
Per quanto mi riguarda uso i termini in modo equivalente: passare significa essere credibile e identificata come una che si identica nel genere femminile o che ha il profondo desiderio di appartenere ad esso pur non essendone parte da un punto di vista biologico.
Non si tratta di "passare per Bio" in senso assoluto, anatomico, fisologico, morfologico. Si tratta di essere visualizzata, introiettata da chi si relaziona con noi come una persona che a sua volta intende relazionarsi come appartenente al genere femminile in modo profondo, serio e onesto: non come un gioco, uno scherzo, un piacere personale momentaneo, ma come un'assunzione di responsabilita' sul proprio essere (anche attraverso sacrifici di ogni genere) tale da determinare rispetto, educazione, gentilezza da parte degli altri.

Very
1231sweet girl

2481
Avatar utente
veronica
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3168
Iscritto il: martedì 28 ottobre 2014, 6:20
Località: Torino

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda Arianna Pavanati » sabato 4 maggio 2019, 9:27

Poco ma sicuro che un corpo maschile, per quanto elaborato con ormoni, chirurgia, baciato dalla fortuna e dotato di scarse fattezze maschili, è e resta maschile con tutte le conseguenze del caso.
Inutile negarlo, tradirà inevitabilmente sempre e comunque la sua natura.
Ci sono persone più fortunate ed altre meno per le quali sarà più difficile conformarsi al genere di elezione, in quanto più predisposte, ma questo non significa per altre rinunciare ad un obbiettivo che è una necessità interiore.
Occorre essere consapevoli dei propri limiti.
Essere accettate per quello che si sente di essere (donne o meglio ancora, appartenenti al sesso femminile) ed essere trattate con rispetto e dignità è sicuramente l'ambito traguardo di molte di noi.
Non è giustamente un trucco e parrucco a fare una persona una donna, ma un universo intero di emozioni, modi di porsi e relazionarsi, il vivere quotidiano, ecc...
Quello (a mio parere) è la cosa che principalmente ci può favorire ad essere accettare come tali nel mondo reale, al di la della nostra conformazione fisica (che naturalmente aiuta) ma non è tutto.
Essere consce dei propri limiti, accettarli e conviversi serenamente.
E non vergognarsi mai di ciò che si è.

Arianna : Love :
È la femminilità assoluta, tutti abbiamo qualcosa di androgino, qualcosa del maschio e della femmina, ma lei si è strappata via anche l’ultima traccia dell’elemento maschile e si è costruita quelle curve splendide, è tutta donna, è adorabile.
(Isabel Allende)
Avatar utente
Arianna Pavanati
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2458
Iscritto il: lunedì 10 novembre 2014, 14:36
Località: Sanremo

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda ccinzia61 » sabato 4 maggio 2019, 9:40

Veronica e Arianna hanno espresso in modo esemplare quello che io intendo "passabilita", non il surrogato di una Bio , ma una Donna.... punto !!! : Love :
Avatar utente
ccinzia61
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
Donna Bio
Donna Bio
 
Messaggi: 3028
Iscritto il: mercoledì 7 gennaio 2015, 16:23
Località: piemonte-liguria

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda Frida » sabato 4 maggio 2019, 11:00

Sarebbe come dire che si può essere donna fuori dal corpo di una donna. Non siamo asessuati, angeli con le ali.

Farsi crescere i capelli, assumere ormoni, laser, chirurgia fanno parte di un fine travestimento della biologia maschile alla stessa stregua del travestimento parodistico tanto deprecato in queste pagine, oppure in un caso è ammesso far finta di non avere più i genitali mentre nell'altro no? Chi è donna dentro non ha bisogno di travestirsi per cui non è importante passare per donna bio, oppure può essergli indifferente; un pensiero rispettabile salvo poi verificare questa realtà psichica con le relazioni sociali e affettive, fatte di corpi più che di anime.

Un conto è la percezione atrui della personalità individuale e un conto è il principio di realtà per cui le differenze biologiche sono immutabili. Chi s'illude? Chi accetta di vivere sdoppiato con tutti gli inevitabili compromessi o chi pensa che assumere ormoni possa cambiare i cromosomi? ..solo per capire alla fine chi "preparerà la cena".

Il travestimento è una cosa seria al pari di chi pensa di essere una donna dentro. Se c'è chi pensa che il travestimento non sia importante o sia indifferente che bisogno ha di rimarcarlo qui?

Francamente il paragone con le donne bio per me è impensabile soprattutto sul piano affettivo. Lasciatemi illudere che almeno sul piano fisico si possa provare.
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2791
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda veronica » sabato 4 maggio 2019, 14:02

Frida ha scritto:Sarebbe come dire che si può essere donna fuori dal corpo di una donna. Non siamo asessuati, angeli con le ali.

Farsi crescere i capelli, assumere ormoni, laser, chirurgia fanno parte di un fine travestimento della biologia maschile alla stessa stregua del travestimento parodistico tanto deprecato in queste pagine, oppure in un caso è ammesso far finta di non avere più i genitali mentre nell'altro no? Chi è donna dentro non ha bisogno di travestirsi per cui non è importante passare per donna bio, oppure può essergli indifferente; un pensiero rispettabile salvo poi verificare questa realtà psichica con le relazioni sociali e affettive, fatte di corpi più che di anime.

Un conto è la percezione atrui della personalità individuale e un conto è il principio di realtà per cui le differenze biologiche sono immutabili. Chi s'illude? Chi accetta di vivere sdoppiato con tutti gli inevitabili compromessi o chi pensa che assumere ormoni possa cambiare i cromosomi? ..solo per capire alla fine chi "preparerà la cena".

Il travestimento è una cosa seria al pari di chi pensa di essere una donna dentro. Se c'è chi pensa che il travestimento non sia importante o sia indifferente che bisogno ha di rimarcarlo qui?

Francamente il paragone con le donne bio per me è impensabile soprattutto sul piano affettivo. Lasciatemi illudere che almeno sul piano fisico si possa provare.


Sono io che faccio un po' di difficolta' a collegare le varie riflessioni, ma dimmi se ho capito bene e sono riuscita a a cogliere il punto di vista.
Il travestimento e' fondamentale: permette un allineamento tra realta' psichica e percezione altrui che determina un circolo virtuoso, in grado di creare autostima e benessere in chi lo attua, pur nel deficit biologico.
Ho capito bene o si puo' aggiungere qualcosa?

Per me, comunque, e', lo si capisce dalle mie immagini, fondamentale vedermi uscire come piu' ho in mente la mia immagine femminile, bella, elegante, fine, attraente, al limite, seducente. Una buona dose di narcisismo, si' che, mi sembra, sia congruente con le tue riflessioni.
Very
1231sweet girl

2481
Avatar utente
veronica
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3168
Iscritto il: martedì 28 ottobre 2014, 6:20
Località: Torino

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda Frida » sabato 4 maggio 2019, 21:24

veronica ha scritto:
Frida ha scritto:Sarebbe come dire che si può essere donna fuori dal corpo di una donna. Non siamo asessuati, angeli con le ali.

Farsi crescere i capelli, assumere ormoni, laser, chirurgia fanno parte di un fine travestimento della biologia maschile alla stessa stregua del travestimento parodistico tanto deprecato in queste pagine, oppure in un caso è ammesso far finta di non avere più i genitali mentre nell'altro no? Chi è donna dentro non ha bisogno di travestirsi per cui non è importante passare per donna bio, oppure può essergli indifferente; un pensiero rispettabile salvo poi verificare questa realtà psichica con le relazioni sociali e affettive, fatte di corpi più che di anime.

Un conto è la percezione atrui della personalità individuale e un conto è il principio di realtà per cui le differenze biologiche sono immutabili. Chi s'illude? Chi accetta di vivere sdoppiato con tutti gli inevitabili compromessi o chi pensa che assumere ormoni possa cambiare i cromosomi? ..solo per capire alla fine chi "preparerà la cena".

Il travestimento è una cosa seria al pari di chi pensa di essere una donna dentro. Se c'è chi pensa che il travestimento non sia importante o sia indifferente che bisogno ha di rimarcarlo qui?

Francamente il paragone con le donne bio per me è impensabile soprattutto sul piano affettivo. Lasciatemi illudere che almeno sul piano fisico si possa provare.


Sono io che faccio un po' di difficolta' a collegare le varie riflessioni, ma dimmi se ho capito bene e sono riuscita a a cogliere il punto di vista.
Il travestimento e' fondamentale: permette un allineamento tra realta' psichica e percezione altrui che determina un circolo virtuoso, in grado di creare autostima e benessere in chi lo attua, pur nel deficit biologico.
Ho capito bene o si puo' aggiungere qualcosa?

Per me, comunque, e', lo si capisce dalle mie immagini, fondamentale vedermi uscire come piu' ho in mente la mia immagine femminile, bella, elegante, fine, attraente, al limite, seducente. Una buona dose di narcisismo, si' che, mi sembra, sia congruente con le tue riflessioni.
Very


Cara Very hai colto il senso, si può aggiungere che travestirsi resta un fatto positivo. Tutti abbiamo bisogno di travestire una verità disturbante che sia affettiva o biologica. (Il narcisismo circoscritto non è il male assoluto).

Baci, Frida
"Una voce chiama da Seir in Edom: sentinella quanto durerà ancora la notte? E la sentinella risponde: verrà il mattino ma è ancora notte; se volete domandare ritornate un' altra volta"
Avatar utente
Frida
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2791
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2015, 1:46
Località: Milano

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda AnimaSalva » domenica 5 maggio 2019, 14:24

maxima ha scritto:Sì, anche per me è piuttosto importante "passare", anche se dubito di riuscirci, se non in rarissime occasioni e per pochi istanti.. : Sad :
Ciò significa che, nonostante questa sia la mia priorità, me ne faccio sempre una ragione e mi accontento di passare per una persona "borderline". certo, mi spiace moltissimo, quando sono en-femme, sentirmi appellare al maschile, ma anche il fatto di essere declinata al femminile so benissimo che non significa essere stata identificata come donna. In questo senso concordo con quello che dice Roby, l'importante è essere associata al genere femminile, anche se, probabilmente, nella testa degli interlocutori rimani un uomo vestito da donna.
Comunque essere scambiata per una donna sarebbe per me, in quel momento, un'emozione grandissima ed una gratificazione enorme.
maxima


In questo caso, nel dubbio, sarebbe lecito rimanere nel neutrale.
Io, per esempio, mi sono relazionata più volte con un cassiere della mia banca, uomo, ma con un viso un po' femminile. La classica persona che non capisci se sia un uomo femminile o una donna mascolina. Nel dubbio, non l'ho mai chiamato signore né signora...
Avatar utente
AnimaSalva
Moderatrice
Moderatrice
Donna Bio
Donna Bio
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 5452
Iscritto il: giovedì 4 settembre 2014, 22:01
Località: La Spezia

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda LindaB » lunedì 6 maggio 2019, 17:43

Ho risposto 2, più o meno.
Difatti, pur cercando di abbigliarmi e truccarmi in maniera decorosa ed opportuna in funzione dell'occasione, ci son state delle volte, soprattutto negli ultimi tempi, nelle quali non me ne importava granchè, volevo essere me stessa, senza troppi artifici.
Ho per questo limitato il trucco e la mise era semplice, t-shirt e gonna o legging\pantalone.
Del resto, è questa la quotidianità di moltissime donne, non quella da supermodel che talvolta sfoggiamo.
Less is more ... : Wink :

Linda
Avatar utente
LindaB
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1252
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 11:49
Località: Milano\Pavia

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda Marcela » lunedì 6 maggio 2019, 18:01

Il motivo principale per il quale non faccio uscite en femme e per il quale il mio avatar non è una mia foto è proprio il fatto che sono impassabile. Ho un fisico molto massiccio di cui sono contentissimo en homme ma che en femme è inguardabile. Mi vesto da donna per un piacere personale ma non sono disposto a cambiare il mio corpo per questo piacere che occupa, per scelta, una parte marginale delle mie giornate.
Detto ciò mi piacerebbe passare, così come mi piacerebbe suonare il pianoforte: fantasie che tali rimarranno, non penso muoverò mai passi in quella direzione.

PS: ero MOOOLTO passabile nella mia prima adolescenza, quando ho scoperto questa passione. E' durato poco ma ho dei bei ricordi.
Avatar utente
Marcela
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 125
Iscritto il: giovedì 27 ottobre 2016, 20:09
Località: Torino

Re: Sondaggio: è importante "passare" ?

Messaggioda valeriaconte » lunedì 6 maggio 2019, 18:25

LindaB ha scritto:Ho risposto 2, più o meno.
Difatti, pur cercando di abbigliarmi e truccarmi in maniera decorosa ed opportuna in funzione dell'occasione, ci son state delle volte, soprattutto negli ultimi tempi, nelle quali non me ne importava granchè, volevo essere me stessa, senza troppi artifici.
Ho per questo limitato il trucco e la mise era semplice, t-shirt e gonna o legging\pantalone.
Del resto, è questa la quotidianità di moltissime donne, non quella da supermodel che talvolta sfoggiamo.
Less is more ... : Wink :

Linda

Concordo con te
Oggi sono uscita in leggings sneaker parrucca e rossetto e niente trucco
Oggi mi andava così

Valeria
Avatar utente
valeriaconte
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 4755
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 18:16
Località: brescia

PrecedenteProssimo


Torna a Sondaggi




Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010