Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Lorett@, vernica71, Melissa_chan, virgolette, Alyssa, Irene, CristinaV, Roby

Avatar utente
Nathan
Utente incontrata
Utente incontrata
Messaggi: 451
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 23:52
Località: Milano
Età: 37
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da Nathan »

Io sono a favore del "ghetto" se è uno spazio per condividere un tema
da fuori anche questo forum potrebbe sembrare "un ghetto", ma in realtà è uno spazio riservato a un tema preciso, che fuori avrebbe poco spazio

e anche sul discorso di "ghetti" sessuali, ok cupid ad esempio è un portale che include le persone t e non binary.
Sarà ghettizzante, ma almeno sono incluse

Avatar utente
AnimaSalva
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 5716
Iscritto il: giovedì 4 settembre 2014, 22:01
Località: La Spezia
Età: 44
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da AnimaSalva »

saretta251 ha scritto: lunedì 25 gennaio 2021, 22:33

Nathan sono locali da evitare a prescindere. Credo anzi che a volte pensare a locali riservati a persone con un particolare orientamento o condizione sociale è come ghettizzare quelle persone.
Almeno io la penso così
Forse sì, ma non tutt* hanno il coraggio di esporsi, di andare in un locale qualunque en femme (o en-homme), perché hanno paura di essere riconosciut*, giudicat* nella migliore delle ipotesi. Storie così, di persone che escono di notte, in auto, in posti deserti, ne leggiamo sul forum ogni giorno. Magari un posto dove potersi esprimere liberamente, senza timore di prese in giro, offese o peggio potrebbe essere l'ideale.
Ovvio, nel mondo ideale nessuno prende in giro/molesta/offende/picchia trav e trans... ma, appunto, in un mondo ideale.

Avatar utente
saretta251
Gurl
Gurl
Messaggi: 136
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 8:35
Località: Milano
Età: 46
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da saretta251 »

AnimaSalva ha scritto: venerdì 29 gennaio 2021, 0:12
Forse sì, ma non tutt* hanno il coraggio di esporsi, di andare in un locale qualunque en femme (o en-homme), perché hanno paura di essere riconosciut*, giudicat* nella migliore delle ipotesi. Storie così, di persone che escono di notte, in auto, in posti deserti, ne leggiamo sul forum ogni giorno. Magari un posto dove potersi esprimere liberamente, senza timore di prese in giro, offese o peggio potrebbe essere l'ideale.
Ovvio, nel mondo ideale nessuno prende in giro/molesta/offende/picchia trav e trans... ma, appunto, in un mondo ideale.
Su quello ti do pienamente ragione, non è facile. Io non ci sono mai stata in un locale di quel tipo per vari motivi che non sto ad elencare, però per esempio per le mie rare uscite vado lontana da casa, ho provato a passeggiare per il centro di una città, in genere in ore serali dove con il buio ci si "mimetizza" meglio. Certo qualche commento mi è arrivato, ma sei in un luogo frequentato, quindi in teoria a meno che non ti ritrovi una banda di teppisti dovresti essere tranquilla. Poi comunque se devo menare le mani, faccio uscire il lato duro!
Però non so se può essere paragonato ad un locale di quelli che intendete in questo post, sono stata alcune volte nella nota discoteca di Desenzano da sola e non ho mai avuto problemi con nessuno. Alle critiche rispondo con un sorriso e vado dritta per la mia strada. Certo un po' di paura e rischio c'è sempre, quello è innegabile

Avatar utente
AnimaSalva
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 5716
Iscritto il: giovedì 4 settembre 2014, 22:01
Località: La Spezia
Età: 44
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da AnimaSalva »

Purtroppo le "bande di teppisti" si possono trovare un po' ovunque, ma a parte questo può anche esserci un singolo ubriaco che magari si accorge di qualcosa e tenta qualche approccio.
Dicendo questo ovviamente NON voglio terrorizzarvi, eh... ma riflettere sul fatto che se sei alle prime uscite, magari con il timore che possa succedere qualcosa, forse un locale "ghetto" (uso questo termine che non mi piace, ma per rendere l'idea) potrebbe servire a qualcuna per sciogliersi un po'.

Avatar utente
Nathan
Utente incontrata
Utente incontrata
Messaggi: 451
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 23:52
Località: Milano
Età: 37
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da Nathan »

Io come locali, nel post, parlavo proprio di quelli in cui si entra con tessera, e che sono pensati per ragioni "sessuali"

Poi ci sono i locali friendly, come quelli di Via Lecco, oppure quelli dove facevamo i raduni di questo forum.
E si, meglio un locale protetto che uno dove le persone CD vengono esposte a sguardi, maltrattamenti i peggio

Avatar utente
Donatella S
Gurl
Gurl
Messaggi: 147
Iscritto il: giovedì 28 gennaio 2021, 8:37
Località: Verona
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da Donatella S »

Eccomi..... Allora,..... leggendo avete avuto il potere di far tornare il mio tempo a ritroso e di ripercorrere esattamente le stesse sensazioni del 2014, Camicia maschile, jeans, lontana da casa, di notte, solamente scarpe con tacco 10 e allenamento a passeggiare sul lungolago, sperando di incontrare meno persone possibili. Ma....... ma..... poi vengo a conoscere quella tal famosa discoteca di Desenzano, e, contaminata dalla curiosità, mi si apre il cancello del paradiso fino a quel momento a me completamente nascosto..... non ho perso un attimo..... la volta dopo, avevo vestiario, parrucca, e trucco e tutto ciò che potevo assorbire di piacevole ho preso. Questo mi ha permesso, di far crescere una dose sempre maggiore di "coraggio" nel propormi anche nella vita "extra discoteca".... Adesso vado in uffici, supermarket, dentista, sullo scooter, in camper, dovunque, "en femme". Ovvio che qualche idiota, ti lancia, talvolta un commento che si assicura venga sentito anche dai suoi amici con i quali crede di erigersi a persona migliore.... (non ho mai saputo MIGLIORE di che)..... ma siamo ancora agli albori della tolleranza..... Bisogna solo essere convinte del mattone base di tutto..... su questo mattone una targa dice.: io non faccio del male a nessuno . E..... non torno indietro. Onore al coraggio di proseguire.
Guarda dentro di te, in fondo, ci troverai un sorriso.

Avatar utente
AnimaSalva
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 5716
Iscritto il: giovedì 4 settembre 2014, 22:01
Località: La Spezia
Età: 44
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da AnimaSalva »

Ecco, l'esperienza di Donatella è esattamente quello che volevo dire io.
"Farsi le ossa" in locali dedicati, per prendere coraggio, per capire di non essere soli e poi continuare sulle proprie gambe.

Avatar utente
Donatella S
Gurl
Gurl
Messaggi: 147
Iscritto il: giovedì 28 gennaio 2021, 8:37
Località: Verona
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da Donatella S »

Mi ricordo di aver parlato con la titolare di un locale a Brescia, che, ha dovuto, un giorno prendere una decisione..... se tenere la clientela di quando ha rilevato l'attività, che pur funzionava, o se, con le dovute maniere, sostituirla con persone Gay e dedicarsi così ad una clientela nuova molto particolare.... Decisione presa e ..... un successone !!! Il locale è sempre in attivo pur partendo da zero.... e se vado io che gay non sono, non mi lascia fuori la porta..... A Verona, (di mia conoscenza) ci sono almeno 3 locali che a vari livelli di accoglienza, accettano presenza di clientela gay, trans, etero..... Bene, ci vuole tempo, si, ma un giorno, non ci sarà più il dubbio se andare in un locale o in un altro rischiando di non avere un posto a sedere anche con sala vuota.....
Guarda dentro di te, in fondo, ci troverai un sorriso.

Avatar utente
saretta251
Gurl
Gurl
Messaggi: 136
Iscritto il: martedì 19 febbraio 2019, 8:35
Località: Milano
Età: 46
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da saretta251 »

Donatella S ha scritto: mercoledì 3 febbraio 2021, 13:20 A Verona, (di mia conoscenza) ci sono almeno 3 locali che a vari livelli di accoglienza, accettano presenza di clientela gay, trans, etero..... Bene, ci vuole tempo, si, ma un giorno, non ci sarà più il dubbio se andare in un locale o in un altro rischiando di non avere un posto a sedere anche con sala vuota.....
Donatella si possono citare i locali?? non ricordo nelle regole se questo è possibile, magari mandameli in privato perchè appena si potrà vorrei finalmente andare fuori una sera. L'ultima volta che sono stata a Desenzano alla famosa disco era Novembre 2019! poi il buio.... ma questa è una storia che purtroppo conosciamo tutti : Wink :

Avatar utente
Donatella S
Gurl
Gurl
Messaggi: 147
Iscritto il: giovedì 28 gennaio 2021, 8:37
Località: Verona
Contatta:

Re: Promiscuità e locali: sempre a misura dell'uomo cis?

Messaggio da Donatella S »

Ciao Saretta, Proprio perchè non so se si possono dire in pubblico i nomi dei locali, mi sono astenuta da farlo..... ma se qui siamo in pvt, ( e credo che sia così) allora i locali che sono qui a Verona sono Cafè LUCLA' Questo è un ambiente orientato più verso Gay e Lesbo che Crossdresser, ma , in una Verona bigotta e ottusa, deo gratia che c'è. E' un bar abbastanza elegante, nel quale si può anche ordinare un menu' di panini, e snack cotti e crudi, per nulla caro nei prezzi pur trovandosi a 300 metri dalla Piazza principale della città , Poi c'è il Ristorante PIZZERIA NUOVA SPERANZA (Via Gardesane 46)... Da anni (ripeto) ANNI, tutti i venerdì, un gruppetto di Drag Queen, capitanato da Dolores Famale, hanno spopolato in un enorme successo... Io stessa ho chiesto se avrei potuto, nel 2014 esibirmi lì per la prima volta,... e davanti a 250 persone, ho avuto l'avvio della mia carriera artistica.... Nel locale, si possono tranquillamente accomodare tutti i tipi di genere ..... Io stessa, ci metto la mano sul fuoco che se ti accompagno li, rigorosamente al femminile, rischiamo di vederci offrire un calice di aperitivo da qualche fan...... Poi una delle pizzerie -ristoranti più conosciute è LA VECCHIA LIRA, (e ce ne sono almeno 2, ma una è a Sant'Ambrogio di Valpolicella).... Sono conosciuta anche in quella cittadina, sempre molto gentili tutti, menu' molto saporito, e a costi davvero competitivi ....difetto : porzioni gigantesche. Ti ho descritto questi 3 locali ma sono stata anche fuori Verona e, ho avuto il piacere alla PIZZERIA LA POLESELLA, di avere al mio tavolo il titolare, per un favoloso, cordialissimo dialogo di accoglienza e breve compagnia.... ma tutto questo, significa verso la clientela che è un locale che pur essendo in piena campagna, c'è maggior tolleranza che non 20 anni fa.... Fammi sapere se e quando verrai da queste parti, che andiamo in un tour .....
Guarda dentro di te, in fondo, ci troverai un sorriso.

Rispondi