Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Moderatori: AnimaSalva, Valentina, Melissa_chan, Alyssa, Roby, Irene, CristinaV, vernica71

Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Messaggi: 5664
jedwabna poszewka na poduszkę 40x40
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia
Età: 58
Contatta:

Utente incontrata

Donna

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da LauraB »

questo ho scritto:
LauraB ha scritto: martedì 10 agosto 2021, 9:28 Il titolo è ben chiaro: dati di persone NON BINARY e T NON RETTIFICATE. Cioe, a differenza di un CD, di qualcuno che vive la propria situazione h24, e pertanto con una probabilità maggiore, anzi, quasi certa, di incappare in un controllo. Puo succedere anche a un CD, ma è un evento piu raro. Poi, il fastidio puo essere piu o meno sentito, è personalequesto.
non credo che ci possa essere fraintendimento, la frase è chiara, e tra l altro non ho usato il termine "semplice".

Una persona non binaria ha modo di incappare in controlli la mattina , il pomeriggio, la sera.. una persona Cd solo quando fa un'uscita. Mi sembra semplice e logico.

E ho chiuso dicendo che ci puo essere fastidio per entrambi, pertanto includendo anche le persone Cd.

E non ho mai scritto che non ci si puo esprimere sull'argomento, bensi lo riportavo nell'alveo del tema in origine recuperandone il titolo
.

Sic...
Laura Bianchi

Avatar utente
Marinatravoi
Lady
Lady
Messaggi: 611
Iscritto il: giovedì 27 agosto 2020, 0:20
Località: Milano
Età: 61
Contatta:

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Marinatravoi »

Laura, il tuo evidenziare a caratteri cubitali le persone non binary e transgender citate nel titolo, questo mi ha infastidito. Se sono intervenuta nella discussione é proprio perché PERSONALMENTE sento molto il problema della discrezione e quindi del rispetto della mia privacy. Il fatto che io non viva che occasionalmente al femminile mi esporrà solo nelle mie eventuali uscite in pubblico, ma proprio perché non vivo tale condizione H24, può essere molto limitantante per me, per esempio, per partecipare ad una cena, dove non avrei certo piacere a sentirmi nominare con nome di battesimo e cognome ad alta voce, col timore di essere individuato da qualcuno dei presenti, per quanto ci vorrebbe una bella dose di sfortuna. Il disagio che proverei io, magari sarà diverso da quello che proverebbe una persona come te, ma altrettanto degno di considerazione.
Marina

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3545
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 57
Contatta:

Organizzatrice Eventi

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Roby »

Ragazze, tranquille....

Il problema della privacy si applica ed è sentito da tutt*, anche dalle persone cisgender a dire il vero.

Ed il problema della modalità del controllo (più o meno discreto) si verifica tutte le volte in cui occorre esibire un documento: il green pass è solo l'ultimo e se vogliamo è "l'argomento del giorno" per la sua attualità Ma anche prima si chiedevano autocertificazioni con propri dati anagrafici per entrare in certi luoghi, per non parlare della richiesta di documenti per prendere un treno, aereo, camera d'albergo etc...

Non c'è dubbio che chi vive la condizione T* (ovviamente H24) sia esposto a doversi identificare molto più frequentemente di una persona CD. Quindi il disagio aumenta con la frequenza.

Però il disagio di controlli poco discreti esiste anche per la CD a cui si chieda di identificarsi, anche solo in occasione di rare uscite.

Giusto per togliere ogni dubbio, anche se il titolo della discussione parla di persone Non Binary e Transgender non rettificate, qui siamo in un Forum CD, quindi considero perfettamente In Topic estendere la discussione includendo nche alle persone CD, come già specificato da Laura.

Credo che non ci sia più bisogno di ribattere sulle singole parole o sui caratteri usati da altr* utenti.
Torniamo pure al topic, esteso alle persone CD, palese.

Grazie
Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk

La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
LauraB
Queen
Queen
Messaggi: 5664
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 22:10
Località: Brescia
Età: 58
Contatta:

Utente incontrata

Donna

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da LauraB »

Marinatravoi ha scritto: venerdì 13 agosto 2021, 8:53 il tuo evidenziare.....
mi spiace per l'equivoco, l importante è parlarsi per capirsi.. ho scritto in maiuscolo solo per evidenziare che era il titolo, non per altro.

Ho vissuto la condizione di Cd occasionale, Cd part-time e poi quella di non binary, nel momento che vivevo da donna totalmente in attesa di documenti.
Come cd i documenti li ho dovuti mostrare solo una volta ai CC. Come part time un paio di volte sempre fermata in auto. Senza trucco, coi miei capelli, ma è sempre complicato.. Come non binary in qualsiasi momento che prenoto un hotel , una vacanza, in ospedale o per una visita, insomma, a questo punto non ci facevo piu caso. Chiaramente sistemati i documenti il proplena non c è piu.

Io capisco che in questo momento il GP puo essere un impedimento a uscire. Tuttavia come si è raccontato nelle varie avventure in cui qualcuna è stata fermata, non succede niente, nessuna viene segnalata per essere enfemme. Un controllo e finisce lì. Per cui credo che il rischio ( l'uscita) possa valere la candela. Certo puo essere non piacevole, ma finisce li.

Il problema, per tutt*, e ovviamente nelle probabilità diverse, è gestire la situazione quando c 'è incongruenza.

Il problema è come verrà gestita la privacy in un mondo che non tiene conto delle persone transgender e non binarie.

Questo è nell'articolo..

e inoltre...

In Italia, invece, il nome anagrafico appare, sia nello smartphone della persona esaminata, sia in quello del gestore che verifica, ed è prevista l’esibizione del documento come conferma.
Andrebbe richiesto un protocollo chiaro, che richieda:

di non pronunciare a voce i dati della persona esaminata
che ci sia uno spazio significativo tra una persona esaminata e la successiva da esaminare.
che pretenda che eventuali verifiche, con esibizione del documento, o spiegazioni a voce, sia rimandato in altro luogo, non davanti agli altri utenti del locale
che queste prassi siano estese a tutte le persone e non solo a quelle nel percorso 164/82
webinar di formazione obbligatoria per i gestori e per le persone che dovranno esaminare i green pass e i tamponi


quesa è la parte di privacy che piu mette in crisi, l outing ad alta voce in mezzo a tutt*.

E l articolo è importante perche rende visibile un problema, dando anche delle soluzioni.

Ma per arrivare a delle soluzioni bisogna necessariamente anche metterci la faccia o il sito (tipo condividere questo articolo). Cito ad esempio formazioni fatte quest'anno come Arcigay sia locale che nazionale, alcune realtà che si sono volute confrontare per conoscere.. gli scout, alcuni partiti ( con uno a Milano facemmo una serata sul tema CD) , il SISM, il segretariato di Medicina che in alcune città ha deciso di colmare delle lacune.
Siamo stati poi contattati da molti studenti, da un grosso albergo locale e da una molto grossa catena di mobili.

Qualcosa si muove
Laura Bianchi

Avatar utente
Marinatravoi
Lady
Lady
Messaggi: 611
Iscritto il: giovedì 27 agosto 2020, 0:20
Località: Milano
Età: 61
Contatta:

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Marinatravoi »

Tranquille,tutto a posto per me, ci siamo chiarite e mi fa piacere.
Sono convinta anch'io che se anche capita di venire controllate dalle forze dell' ordine il tutto si risolve in un momento di imbarazzo da parte nostra, ma non c'è poi nessuna segnalazione e confido anche nel rispetto della privacy da parte loro...se però si da anche ai gestori dei locali il compito di chiedere i documenti con essi potrebbero subentrare problemi di mancanza di discrezione...allora sarebbe opportuno che venisse anche imposta l' adozione di un protocollo come quello proposto nell' articolo citato da Laura. Mi sembra doveroso.
Marina

Avatar utente
Nathan
Utente incontrata
Utente incontrata
Messaggi: 465
Iscritto il: martedì 11 novembre 2014, 23:52
Località: Milano
Età: 38
Contatta:

Utente incontrato

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Nathan »

qualcuno che lo pronuncia mentre lo esamina c'è
non molti ma ci sono

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3545
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 57
Contatta:

Organizzatrice Eventi

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Roby »

Nathan ha scritto:qualcuno che lo pronuncia mentre lo esamina c'è
non molti ma ci sono
Caro Nathan, ormai che il Green Pass è entrato nelle nostre vite, abbiamo lanciato una nuova discussione per raccogliere esperienze dirette.
La trovi a questo link:
viewtopic.php?p=137116#p137116

Hai qualche testimonianza di gestione positiva o negativa del green pass da condividere?

Baci

Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk

La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
Roby
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 3545
Iscritto il: venerdì 10 ottobre 2014, 7:14
Località: Lombardia
Età: 57
Contatta:

Organizzatrice Eventi

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Roby »

Sabato scorso sono andata a fare colazione in grazioso baretto sulle rive del Lago di Como.
Ero chiaramente enfemme, ho dovuto esibire il green pass e credo che la barista abbia visto bene il mio nome perché ha avuto appena un attimo, quasi impercettibile, di esitazione... poi ha continuato senza nessun commento e mi ha servita regolarmente.
Baci
Roberta

Inviato dal mio SM-A530F utilizzando Tapatalk

La Roby

Moderatrice di X-Dress

Avatar utente
Arianna Pavanati
Princess
Princess
Messaggi: 2493
Iscritto il: lunedì 10 novembre 2014, 14:36
Località: Sanremo
Età: 48
Contatta:

Utente incontrata

Accesso area fotografica

Re: Green Pass e tamponi: gestiranno con discrezione i dati delle persone non binary e transgender non rettificate?

Messaggio da Arianna Pavanati »

sylvix ha scritto: mercoledì 11 agosto 2021, 14:17 ... i pass, i cazz & i mazz, costituiranno precedenti validi per introdurre nuove e demenziali vessazioni.
qualcuno, in altra sede e per altri scopi, aveva citato la rana nella pentola; quando l'acqua sara' troppo calda, la auspikata svegliata sara' repentina e... del tutto inutile.
Quoto in pieno quanto affermato...(OMISSIS. L'uente non ha titolo per quanto affermato, che è anche OT).
La privacy è bella che andata con wazzap, feisbuk, instagramma et similia, con i cellulari, con il voler condividere ciò che fino a ieri era sul diario segreto ed oggi è spiattellato ai 4 venti.
Mi pare una grande scemenza attaccarsi a questo, mio umile ed opinabile parere.
Volete riservatezza?
Pretendetela.
Ci sono mezzi e modi per farlo.
Ed anche io comunque me ne sbatto allegramente di ciò che possono dire su di me.
Ho sentito storie sul mio conto che nemmenio io conoscevo...
Un abbraccio.

Modalità polemica off : Chessygrin : : Razz :

Ari : Love :
È la femminilità assoluta, tutti abbiamo qualcosa di androgino, qualcosa del maschio e della femmina, ma lei si è strappata via anche l’ultima traccia dell’elemento maschile e si è costruita quelle curve splendide, è tutta donna, è adorabile.
(Isabel Allende)

Rispondi