Il sogno

Re: Il sogno

Messaggioda LellaB » giovedì 9 agosto 2018, 7:46

virgolette ha scritto:A tutti quelli che si vergognano e che si arrovellano in mille dubbi io dico solo questo: ogni giorno in cui decidete di rinunciare, di non uscire, di restare nascosti al mondo è un giorno sprecato, perduto, che non tornerà mai più.
Pensateci.


Davide, unico e inimitabile, per la tua coerenza, il tuo coraggio a portare in pubblico il Crossdressing e per il tuo meraviglioso modo di raccontare e descrivere le tue esperienze!!!

Il tuo ultimo pensiero mi rammenta di quanta vita io privi Antonella (e me stesso...?) a causa della mia pusillanimità e incoerenza, ma anche dai limiti del fare e non fare a cui devo soggiacere.

Comunque, mai dire mai...
Antonella : Nar :

Indovino, indovinooo... — chi è? — cominciamo bene...
Avatar utente
LellaB
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 144
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 17:05
Località: Provincia Torino

Re: Il sogno

Messaggioda maxima » giovedì 9 agosto 2018, 16:57

...è davvero sorprendente la tua tranquillità nell'affrontare ogni occasione in minigonna e tacchi alti!!! Abbiamo tantissimo da imparare da te... e non solo per quanto riguarda il modo di affrontare il Crossdressing, ma soprattutto per il modo in cui affronti la vita, senza ipocrisie e con una franchezza inimitabile.
Sei davvero un modello da seguire ...con delle bellissime gambe da modella!
Nel leggere il tuo racconto ho colto la naturalezza della ragazza e della signora che hanno apprezzato le tue scarpe e le tue gambe: dovrebbe davvero essere sempre così. Le scarpe - se erano quelle rosse che mi ricordo - erano davvero bellissime e le tue gambe non hanno bisogno di commenti. Che poi a indossarle fosse un uomo, lo stesso che aveva quelle bellissime gambe in mostra, fasciate da una minigonna, non dovrebbe significare nulla e non dovrebbe destare scalpore e, tantomeno, scherno.
Sarebbe bellissimo se fosse sempre così. Ma forse un po' dipende anche da noi: dovremmo fare tutti come te!
Maxima
P.s. Sono curiosa di vedere l'abbinamento minigonna rossa e scarpe rosse!
4538
Avatar utente
maxima
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 1914
Iscritto il: venerdì 24 ottobre 2014, 23:30
Località: genova

Re: Il sogno

Messaggioda dream62 » giovedì 9 agosto 2018, 18:08

Carissimo Davide,
Scrivo e leggo pochissimo il forum, ma vorrei farti i miei complimenti per la tenacia e la <faccia tosta> nel portare a compimento i tuoi progetti. Io non uscirei mai e poi mai con i tuoi outfit e quindi non ti invidio ....e non ti copio, anche perché tra me e te c’è mezzo metro di differenza <gambale >.
Ti consideri feticista ma io ti ritengo “l’ortodossia del crossdressing”.
Ecco, secondo me, sei talmente convinto e fiero delle tue libertà e soddisfazioni di vestirti 50/50 , che ti immagino cromaticamente ad un colore fluorescente... color fetish fluo : Thumbup :
Avanti così e in bocca al lupo per i prossimi traguardi
Stefy
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3023
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Il sogno

Messaggioda virgolette » giovedì 9 agosto 2018, 18:26

Grazie Lella, Maxima e Stefy,
io faccio sempre tutto alla luce del sole, con tutto quel che ne consegue. Spesso è la strada più difficile e rischiosa, ma qualche volta i frutti si vedono e la soddisfazione è tanta. Grazie per le vostre parole e spero che il mio esempio possa essere di aiuto per altre.
Per concludere degnamente questa discussione/relazione, vi mostro alcune foto fatte ieri al rientro, per farvi capire qual'era il mio aspetto. Perdonate la scarsa qualità, sono autoscatti.

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine
Inviato dalla mia moka utilizzando Talpatrack !!
Avatar utente
virgolette
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2245
Iscritto il: domenica 7 settembre 2014, 17:34
Località: Torino

Re: Il sogno

Messaggioda LellaB » giovedì 9 agosto 2018, 18:32

Immagino che sarai elegantissimo data la cura e la ricercatezza che metti nel vestirti, io non posso ancora vedere le foto.
Antonella : Nar :

Indovino, indovinooo... — chi è? — cominciamo bene...
Avatar utente
LellaB
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 144
Iscritto il: sabato 3 febbraio 2018, 17:05
Località: Provincia Torino

Re: Il sogno

Messaggioda dream62 » venerdì 10 agosto 2018, 9:28

virgolette ha scritto:Grazie Lella, Maxima e Stefy,
io faccio sempre tutto alla luce del sole, con tutto quel che ne consegue.

Ecco! capisco d’inverno, ma d’estate..col caldo che fa, non è meglio all’ombra? : Chessygrin :
Avatar utente
dream62
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 3023
Iscritto il: mercoledì 22 ottobre 2014, 20:19
Località: Emilia

Re: Il sogno

Messaggioda veronica » sabato 11 agosto 2018, 10:39

Direi proprio che i commenti positivi della signora anziana e della "sorella" di Franca siano l'esito più bello e gratificante della tua uscita!

Se io posso esprimere una mia considerazione allungherei di qualche centimetro la gonna: secondo me il look sarebbe meno "provocante" e forse ti sentiresti più tranquillo nelle uscite. Ma ne parleremo a voce.

Strepitosi i sandali!!!

Very
1231sweet girl

2481
Avatar utente
veronica
Princess
Princess
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2750
Iscritto il: martedì 28 ottobre 2014, 6:20
Località: Torino

Re: Il sogno

Messaggioda sylvix » domenica 12 agosto 2018, 2:54

A tutti quelli che si vergognano e che si arrovellano in mille dubbi io dico solo questo: ogni giorno in cui decidete di rinunciare, di non uscire, di restare nascosti al mondo è un giorno sprecato, perduto, che non tornerà mai più.
Pensateci.


grande verità.

poi, che dire?
nei particolari che sveli-senza-veli sta la forza dell'azione.
fa piacere leggerti, è una boccata d'aria fresca.
jeg taler ikke dansk!
Avatar utente
sylvix
Princess
Princess
 
Messaggi: 1494
Iscritto il: martedì 21 ottobre 2014, 3:09
Località: roma - brighton

Re: Il sogno

Messaggioda Danysissy » martedì 21 agosto 2018, 10:58

Bellissimi resoconti Davide.
Li ho letti con attenzione e ammirazione...grande!
Ad oggi, escludendo le uscite in automobile ne ho fatta una sola in pubblico completamente en-femme. Al forte di Bard. Ho passeggiato lungo la statale 26 dal parcheggio fino al borgo poi sono tornata indietro. Avevo un vestito in maglina a righe blu e bianco, dei sandali con un tacco basso, la parrucca a caschetto e delle autoreggenti nere...
Batticuore quando ho incrociato gente ma una gioia immensa per quella passeggiata.

Dany
Avatar utente
Danysissy
Gurl
Gurl
 
Messaggi: 190
Iscritto il: martedì 31 luglio 2018, 16:26
Località: Valle d'Aosta

Il sogno: conclusione

Messaggioda virgolette » venerdì 24 agosto 2018, 15:06

Quarta parte, fuori programma

Non sono mai stato uno di quelli che quando si mettono qualcosa in testa lo devono ottenere ad ogni costo, sono una persona estremamente realista e ragionevole e quando mi rendo conto che una cosa non si può fare o non la so fare o non riesco a farla, allora forse è meglio lasciar stare.
Inutile incaponirsi, lo lascio fare ad altri.
Ho ancora qualche giorno di vacanza, per cui cerco di riposarmi e di passare il tempo facendo cose che mi piacciono.
Ieri io e la mia marmottina siamo andati al parco del valentino a pranzare in riva al fiume Po, all’ombra di giganteschi e silenziosi platani, con la brezza che ci rinfrescava, anche se la giornata non era afosa e si sentiva un gradevole odore di fiume, di acqua lievemente stagnante ma viva e sana, senza immondizia galleggiante e schiuma ma con anitre, gabbiani, cormorani e qualche airone, i canottieri che si allenavano silenziosamente, i turisti che si stupivano per la dimessa bellezza del borgo medievale o la maestosità del castello che ospita l’università.
I deliziosi ed intimi viali che serpeggiano immersi in un rigoglioso verde brulicavano di persone a piedi ed in bicicletta, di corsa o a passeggio e gli scoiattoli guizzavano sulle aiuole e sugli alberi come simpatici folletti.

Ora invece sono solo, sono le dieci del mattino e l’aria è ancora fresca, l’afa sembra non volersi fare avanti e passeggiare è piacevole senza la grande confusione del pomeriggio e l’inevitabile caldo.
Mi piace camminare e quando posso lo faccio senza prefiggermi una meta, solo per il gusto di guardarmi intorno e cogliere qualcosa che valga la pena di essere osservato e magari ricordato. Torino è una città meravigliosa, antica ed elegante, stracolma di bellezze e di opere d’arte e qui in via Garibaldi ogni metro di strada ha qualcosa da raccontare e se si è attenti ed un minimo documentati si possono trovare tesori anche dietro una porta all’apparenza anonima e decrepita.
Così, per esempio, entrando in un portone qualsiasi e percorrendo un breve corridoio, si può visitare la cappella dei mercanti, riccamente affrescata e decorata e dotata perfino di un bellissimo organo del settecento.
La lunga fila di negozi, alcuni di lusso, altri più modesti, crea un corridoio di quasi un chilometro che da piazza statuto corre fino a piazza Castello, aprendosi sulla maestosa facciata Juvarriana del palazzo Madama.
Come si può resistere a tanta bellezza, tanta ricchezza di storia?
Ed infatti non ho resistito e sono qui come tante altre volte a godermi la bellezza della mia città senza il chiasso degli idioti del sabato pomeriggio ma con la tranquilla attività dei negozi che aprono, i primi avventori seduti nei dehors a sorseggiare il caffè, le commesse che lavano e spazzano i marciapiedi.
Faccio anch’io una pausa e siccome ho già bevuto un cappuccino poco fa al bar del gigante, chiedo un’acqua brillante con ghiaccio e limone, dissetante ed analcoolica.
Mi riposo qualche minuto sorseggiando la mia bibita ed osservo il movimento intorno a me, i clienti chiamano il cameriere per nome, chiaro segno di confidenza che indica assiduità. Le persone che passeggiano iniziano ad aumentare, la strada si popola ed i negozi sono quasi tutti aperti, è ora di andare: odio la ressa.
Mi alzo e pago il conto, ma prima di tornare alla macchina entro da Primadonna, che ha sempre scarpe deliziose a prezzi ancora terrestri e chiedo se sia rimasto qualche modello con numeri alti ma la commessa mi comunica che al massimo loro arrivano al 41 e le mie speranze s’infrangono in quel momento.
Peccato. Vedo poco più avanti il negozio di Golden Point, dove so di poter trovare collant Philippe Matignon ed entro per chiedere dei collant senza punta, da tenere di scorta per quando si romperanno gli altri, ma anche questa commessa mi delude, dicendomi di aver finito quel modello e di non averne nessuno anche di altri produttori.
Va beh, si vede che non era giornata e tornerò a casa da via Garibaldi senza nessun ricordo.
Mi avvio con passo quasi svelto per tornare alla macchina quando all’improvviso con la coda dell’occhio scorgo un riflesso in una vetrina vuota. Dietro è tutto buio ed il cristallo si comporta come uno specchio e osservando senza fermarmi vedo un paio di decoltè scamosciate rosse a punta tonda, due lunghissime ed eleganti gambe che camminano sinuosamente come in passerella, una minigonna rossa con un inedito spacco ed un laccetto che lascia intravedere un’ulteriore porzione di coscia, una cintura nera con fiocco, un camiciotto bianco in puro lino.
Alla gamba sinistra una cavigliera tennis di brillantini ed in spalla un borsello nero da uomo.
Sono io, non c’è dubbio, sto benissimo, sono elegantissimo e cammino come poche donne ho visto fare e quello spacco sulla minigonna rossa mi fa impazzire e vorrei che via Garibaldi fosse tutta un lunghissimo specchio per poter ammirare quello spettacolo per un’ora di fila.
Ma stavolta mi accontento, ho ottenuto quel che volevo e quell’immagine riflessa mi rimarrà a lungo negli occhi, mentre la gente per strada quasi non fa caso a me, era ora.
Inviato dalla mia moka utilizzando Talpatrack !!
Avatar utente
virgolette
Moderatrice
Moderatrice
Utente incontrata
Utente incontrata
 
Messaggi: 2245
Iscritto il: domenica 7 settembre 2014, 17:34
Località: Torino

PrecedenteProssimo


Torna a Racconti




Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010